L’occhio del drone su La Palma

pag18_logo-La-Isla-ComunicaciónLa Isla Comunicación, azienda che produce audiovisivi e pubblicità grafica, è il primo operatore di droni dell’isola de La Palma ufficialmente riconosciuto dall’Agenzia Statale di Sicurezza Aerea. In Spagna ci sono già oltre 400 operatori di droni che svolgono la loro attività legalmente, di cui 16 nell’Arcipelago delle Canarie, e questa è la prima sull’Isla Bonita. Il mercato dei droni offre eccellenti possibilità di sviluppo nell’immediato futuro, e si stima che entro il 2050 possa creare oltre 150.000 posti di lavoro. Le operazioni con i droni vanno effettuate rispettando assolutamente le norme di legge e con il massimo senso di responsabilità. Già un drone di pochi etti può causare gravi danni quando finisce in testa ad una persona, figuriamoci quelli professionali che arrivano a pesare qualche decina di chilogrammi! Non si può “pilotare” un drone, né per divertimento né per scopi professionali, senza disporre di un’assicurazione di responsabilità civile, certificato di pilota, certificato medico, e tutti quegli avvertimenti che garantiscono la piena sicurezza, oltre a conoscere e attenersi alle particolari restrizioni sul sorvolo delle zone urbane o vicinanze degli aeroporti. I droni stanno aprendo un nuovo inesplorato mercato anche nell’isola: la lotta agli incendi, le ricerche biologiche e la localizzazione di persone disperse o da soccorrere sono solo i più immediati.

(Michele Zanin)