Buoni segnali dal fronte occupazione

pag24_colloquio-lavoroInnanzitutto, ottima notizia, per la prima volta dal 2009 i disoccupati nelle Canarie sono meno di 244.000. In un solo anno sono arrivati 3.400 lavoratori stranieri in più sull’Arcipelago, oggi sono oltre 78.000, più della metà dei quali sono dell’Unione Europea, e proprio da questi ultimi nasce oltre il 90% dell’aumento. Il 42,3% dei dipendenti, quasi 25.000 persone, e il 24,4% dei 4.520 autonomi che pagano i contributi, lavorano nel settore della ristorazione. Il secondo settore è quello del commercio, con oltre 9.200 impiegati (oltre il 15% degli stranieri) e 5.340 autonomi, (il 28,8% degli stranieri). Italiani, inglesi e tedeschi sono i lavoratori provenienti dalla UE più numerosi nell’Arcipelago, quasi tutti iscritti come dipendenti, mentre fra gli extracomunitari si segnalano marocchini, cinesi, colombiani e venezuelani. Sempre fra gli extracomunitari, i cittadini cinesi sono quelli con il maggior numero di attività come autonomi.

(dalla Redazione)