Iberia taglia i dipendenti…….

Tagli massicci per i dipendenti Iberia alle Canarie, terza Comunità autonoma colpita, alle spalle di Madrid e Barcellona.

Nelle Isole Canarie, dove attualmente Iberia ha oltre 840 dipendenti, si prevede un taglio di 178 unità, secondo fonti sindacali: 77 a Gran Canaria, 64 a Tenerife Nord, 29 a Tenerife Sud, quattro a Santa Cruz de La Palma, due a Lanzarote e due a Fuerteventura.

La compagnia aerea intende inoltre chiudere i suoi due terminali di carico nelle Isole, a causa del netto ribasso dei volumi di traffico. I sindacati attribuiscono la cattiva gestione finanziaria della fusione della società con British Airways.

Anche se nessun volo Iberia verso le isole è stato annullato, l’effetto cumulativo dei ritardi negli altri aeroporti, oltre ai numerosi voli di altre compagnie aeree che dovevano essere assistiti dal personale di terra di Iberia, ha provocato ritardi fino a quattro ore nella gestione bagagli e nel trasferimento dei passeggeri.

Tenerife Sud, con 75 operazioni dovevano essere servite da Iberia, a un certo punto è diventato il punto caldo dello sciopero in tutto l’arcipelago, con un vero crollo che si è intensificato nel primo pomeriggio di martedi.