I controlli della velocità su Twitter!

pag25_policiaLe ragioni che i conducenti sostengono per giustificare l’eccesso di velocità sono molteplici e i modi di mostrare il loro disappunto quando ricevono una multa al riguardo sono ugualmente molteplici. La polizia locale di Santa Cruz da diversi mesi pubblica sul suo profilo Twitter (@PoliciaLocalSC) i luoghi dove vengono collocati i due radar mobili di cui dispone il corpo della sicurezza comunale (ma non ovviamente le ore in cui si effettuano i controlli). Uno di questi dispositivi sarà collegato ad un veicolo camuffato; l’altro è montato su un treppiede e gli agenti di polizia lo abbandonano per raccoglierlo più tardi.

Già lo scorso anno è aumentato il numero di controlli di velocità effettuati nella capitale e si è visto un forte aumento di quasi il 40% nel numero degli autori di infrazioni rispetto all’anno precedente. Il radar ha rilevato 3.223 violazioni nelle strade cittadine nel corso dei 241 giorni in cui è stato posizionato. In un anno è stato registrato un solo reato di eccesso di velocità, infrazione che diventa crimine quando si superano i 116 chilometri all’ora in città. Il radar che va installato in macchina ha la capacità di catturare tutte le quattro corsie della strada costiera.

I punti in cui si verificano la maggior parte delle violazioni sono la avenida de Anaga e l’ingresso di Santa Cruz da sud. Il radar installato ogni mattina nella macchina destinata a lui ha un margine di errore del 3% che è già incluso dal produttore e che la polizia locale aumenta a cinque chilometri perché sia considerata una violazione, quindi se il limite è di 50 ai 55 il radar rileva l’infrazione. Sopra i 100 km/ora si considera un margine del 5%. La Policía Local utilizza delle tabelle che permettono loro di impostare l’importo dell’ammenda. Così, tra i 56 e i 75 chilometri la multa ammonta a 300 euro. Tra i 76 e gli 85 chilometri, l’infrazione è punibile con 300 euro e due punti della patente. Tra 86 e 95 si sale a 400 euro e quattro punti. Quando si passano i 100 chilometri orari all’interno della città la multa è di 600 euro e sei punti della patente, e probabilmente si va a finire in tribunale.

A fine servizio, i dati del radar vengono scaricati sul computer portatile e successivamente elaborati al comando. I files delle immagini sono inviolabili, ci si limita a schiarire o rendere più scura l’immagine, a seconda delle condizioni di luce della postazione del radar. Alcune delle immagini vengono scartate perché al momento dello scatto della foto appaiono due auto e siccome possono generare una sorta di dubbio vengono rimosse. La Polizia sostiene che la comunicazione dei punti dove potranno essere collocati giorno per giorno i radar dimostra la finalità deterrente della misura e non il mero scopo di riscossione delle imposte che alcuni automobilisti lamentano. Come risulta evidente, quelli che beneficiano di questi avvisi sono gli autisti professionisti, e infatti le infrazioni sono diminuite tra tassisti e trasportatori di merci.

(dalla Redazione)