Cani speciali

pag28_pet-therapyOltre ad essere da sempre definito il migliore amico dell’uomo, il cane può, se addestrato da persone competenti, ricoprire ruoli molto importanti all’interno della società attuale. Questi fantastici amici a quattro zampe hanno delle qualità e capacità fornite da madre natura, che necessitano solo di essere portate alla luce. Da sempre il cane viene utilizzato dall’uomo per una serie di attività ed utilità di diversa natura. Sicuramente tra le più conosciute vi sono quelle relative all’accompagnamento per persone non vedenti, al salvataggio in mare, al recupero di dispersi sotto la neve. Oltre alla già famosa Pet Therapy, che consiste praticamente nel cercare di migliorare la vita, accrescere la capacità di apprendimento, diminuire la solitudine delle persone alle quali vengono affidati questi fantastici cani, si hanno notizie certe e certificate di utilizzi di cani nelle strutture sanitarie per diagnosticare certe malattie come ad esempio vari tipi di tumore. Si presume che grazie al fantastico e particolare fiuto del cane, esso stesso sia in grado di distinguere vari odori che sono impliciti nelle cellule tumorali della persona malata. Vi sono vari tipi di ricerca di diagnosi tumorale e una di queste consiste nel fare odorare al cane vari tamponi di urina sia di persone malate che persone sane. Si è rilevato che il quadrupede riesce ad individuare il tampone malato escludendo tutti gli altri. Come controprova si è visto che una volta rimosso il tumore e fatto riannusare al cane il tampone urinario della persona una volta affetta non si è notato nessun particolare atteggiamento del cane che, anzi, ha trattato questo ultimo tampone alla pari di tutti gli altri tamponi sani. Questo è solo un esempio della grande possibilità che i cani hanno e che possono mettere al servizio dell’uomo per cercare di facilitare la ricerca di importanti malattie. Si hanno dati certi anche di esempi di diagnosi di diabete in varie persone e numerose altre utilissime diagnosi. Potremmo definire quindi un ulteriore super patrimonio genetico del cane che sempre di più ricopre ruoli non solo ludici, espositivi e di compagnia all’interno della società.

(Roberto Maggiorani)