Accesso sui mezzi dei cani guida

pag28_24082007131
Foto da laviadeglianimali.wordpress.com

La legge è chiara. I mezzi di trasporto devono consentire l’accesso ai cani guida quando accompagnano una persona con disabilità visiva. Lo ha ricordato il Cabildo di Tenerife alle diverse associazioni e gruppi di trasporto di passeggeri e taxi sull’isola con una circolare, perché a volte si è registrata una certa reticenza e vari impedimenti per l’accesso dei cani guida all’interno dei veicoli. Tutte le persone cieche hanno un’assicurazione di responsabilità civile per il cane, in modo che sia coperto qualsiasi incidente che possa verificarsi con l’animale. Infine, va sottolineata l’importanza del lavoro del cane guida; attualmente sull’isola di questi animali specializzati ce ne sono 25.

Che cosa dice la legge?

– Legge 8/1995, del 6 aprile, per l’accessibilità e la rimozione delle barriere fisiche e di comunicazione, dice nel suo articolo 20.2 che le persone non vedenti accompagnati da cani guida hanno libero accesso ai luoghi, alloggi, strutture, locali e trasporto pubblico. L’articolo 2.3 della suddetta legge prevede che si applichi, nella zona della Comunità autonoma, ai servizi di trasporto passeggeri pubblici e privati ​​nell’ambito di competenza del governo delle Canarie.

  • Decreto 227/1997, del 18 settembre, prevede diverse misure su aspetti comuni delle diverse modalità di trasporto. Si precisa che in tutte le unità di trasporto pubblico, i cani guida possono viaggiare gratuitamente con il passeggero ipovedente, essendo sotto la responsabilità dello stesso.
  • (dalla Redazione)