Tenerife sull’orlo del collasso

Foto da www.noincineraciontenerife.com
Foto da www.noincineraciontenerife.com

Tenerife sull’orlo del collasso stradale

Le strade principali di Tenerife hanno una significativa densità di traffico, paragonabile, in alcuni casi, con le strade principali di città come Madrid e Barcellona. L’imponente parco autoveicoli dell’isola, che è stimato in oltre 650.000 veicoli, e le caratteristiche della geografia insulare, causano saturazione come avviene ogni giorno nell’Autostrada del nord (TF-5).

Anche se problemi di congestione stradale si verificano in molte parti del territorio di Tenerife, la enclave con il maggior volume di auto è l’area del parco commerciale di Guajara sulla TF-5. Nel 2014, il traffico medio giornaliero (ADT) in questo punto è pari a 106.522 automobili, a cui devono essere aggiunti 1.284 altri veicoli pesanti. Questo volume di traffico va paragonato con il valore medio che per Tenerife è 12.145 auto.

Anche in altre enclave vicino a Las Chumberas come il collegamento con la TF-1, Padre Anchieta e il Parque de Bomberos si arrivano a contare quasi 100.000 auto al giorno.

Nel corso di questo 2015 è iniziata, ancora una volta, una robusta ripresa del traffico sulla strada, in parte motivata dal miglioramento economico. Come risultato, gli ingorghi stanno diventando una consuetudine.

IL SUD


Mentre la TF-5 perdeva traffico in questi ultimi anni principalmente a causa della crisi e il declino della mobilità, la TF-1, o almeno una parte di essa, è progressivamente cresciuta. In particolare, questo significa oltre 86.000 vetture ogni giorno nella zona di intersezione all’altezza di Radazul e quasi 73.000 auto in Caletillas. Anche se questa è la zona con maggiore traffico, l’aumento nell’ultimo anno si è apprezzato nel tratto tra Adeje e Las Chafiras. La stazione di controllo all’altezza dell’aeroporto segna ogni giorno 52.329 automobili, Los Cristianos circa 57.700 e Guaza un totale di 66.470. Come raffronto, nel 2000 circolavano all’altezza del Reina Sofia solo 45.000 vetture.

Insieme con la TF-5 e TF-1, che sono le due strade dell’isola con maggior flusso di traffico, sono il TF-2 (Collegamento tra Santa Maria del Mar e Las Chumberas) e TF-4 (che parte dalla TF-1 e accede lungo la costa alla capitale). Mentre nel primo intensità di 52.000 vetture in Añaza, e 75.000 all’altezza di Leroy Merlin, sulla TF-4 vengono registrati 30.000 veicoli al giorno. Anche se le principali autostrade accumulano gran parte del problema, in generale, tutte le strade dell’isola hanno livelli di traffico molto considerevoli.

(NdR al nostro arrivo sull’isola, neppure cinque anni fa, muoversi in auto sembrava un paradiso, abituati ai problemi tutto sommato relativi della circolazione in città come Brescia, Padova e Verona. In 10-15 minuti, mas o meno, ci si spostava da un punto all’altro da Adeje all’aeroporto Rejna Sofia, un paradiso! Adesso si comincia a scegliere la strada migliore per non incappare nelle code, all’ingresso di Los Cristianos come a Las Chafiras, e spesso l’autostrada è fortemente rallentata da vari incidenti di traffico. Va detto però che l’aumento del traffico suggerisce il sensibile miglioramento dell’economia isolana, e si rivedono in giro autobetoniere e autogru).

(dalla Redazione)