“Sentiero dell’acqua” (Los Realejos)

Foto da dacil04.blogspot.com
Foto da dacil04.blogspot.com

Come arrivare?

Il sentiero inizia al Mirador de San Pedro, nel comune di Los Realejos, molto vicino a Puerto de La Cruz, sul bordo della Carretera General del Norte. L’altra estremità del percorso (nel caso in cui si voglia farlo in direzione opposta) è adiacente all’hotel Maritim.

Guida del percorso

Il percorso non è circolare, ma non richiede molto sforzo fisico e quindi può essere effettuato come andata e ritorno. L’intero percorso è molto ben segnalato, quindi c’è poco da dire a questo proposito, l’unico punto in cui vi è la possibilità di perdere la strada è quando si passa attraverso l’urbanizzazione Romantica, dove è indicato da dei cartelli di colore verde che ci guidano fra le sue strade. Per arrivare alla sorgente di “Madre del Agua”, come per raggiungere il forte, si deve fare una piccola deviazione, ma c’è anche lì un’indicazione.

Servizi

All’inizio della strada (nel Mirador de San Pedro) c’è un bar-ristorante e di solito anche un posto che fa panini, etc. Lungo il percorso ci sono diverse fonti di acqua, e nell’urbanizzazione c’è un piccolo supermercato e diversi bar.


Descrizione

E’ un sentiero che corre lungo la frastagliata costa di Los Realejos, tra palme e sorgenti di acqua (che dà appunto nome al percorso stesso). Lungo il tragitto si trovano diversi punti interessanti:

– Rambla de Castro: un’area protetta con un grande palmeto; in questa zona si possono trovare abbondanti fonti di acqua. Tra le palme si può vedere la casa dei Castro, che avevano ottenuto questo lotto nella distribuzione della terra che ha avuto luogo dopo la conquista. Appartiene a questa famiglia il celebre ingegnere Agustín de Betancourt, uno dei più prestigiosi ingegneri in Europa del suo tempo.

– Fortín de San Fernando: proprio Agustín de Betancourt ha contribuito nel 1808 alla costruzione di questo forte, che veniva utilizzato come difesa dagli attacchi dei pirati. Aveva 5 cannoni, e oggi ne rimangono 3. Da questo edificio si gode di una stupenda vista sulla costa nord dell’isola.

– Stazione di pompaggio della gordejuela (Casa del agua): un ex stazione di pompaggio idraulico costruita 110 anni fa dalla società Hamilton & Co. L’acqua che usciva dalle sorgenti di questa zona veniva pompata da un motore a vapore (il primo esistente nell’isola) in un serbatoio situato a 2 km di distanza. Questo imponente edificio ha 5 piani costruiti sopra una scogliera quasi verticale (ora i diversi livelli dell’edificio sono sepolti dalle macerie).

– Playa de los Roques: una spiaggia splendida, ideale per godersela con la bassa marea e in estate, quando le correnti la riempiono di sabbia.

Valutazione

Un percorso molto bello per un ambiente naturale spettacolare (in particolare la zona della Rambla de Castro). Ideale per un percorso facile e conveniente, o anche una semplice passeggiata senza realmente completare l’intero percorso. L’unico punto negativo è lo stato degli edifici esistenti. La Casona, anche se è stata ristrutturata di recente, oggi non ha alcun uso, e la stazione di pompaggio dell’acqua è in rovina.

(dalla Redazione)