Assistenza sanitaria ai pensionati

images

 

Si verifica che i pensionati INPS (non Ex INPDAP) qualora chiedono di percepire al lordo l’importo, non solo rimangono privi del documento S1 (attestato per ricevere l’assistenza sanitaria, attualmente non concesso in automatico per tutte le regioni italiane, ma per il futuro solo attraverso il pagamento in unica soluzione annuale alle ASL), ma lasciati nel limbo in quanto, pur subendo tassazione in Spagna, la stessa non riconosce la copertura sanitaria.
A riguardo si fa notare che le imposte pagate dai pensionati iscritti AIRE nel paese di residenza (IRPF) destinano una aliquota in percentuale per la sanità.
Si viene a creare in tal modo che il pensionato ancorché tassato in quest’ultimo paese, da tempo lamenta la mancanza di tutela della propria salute e questo forse perché a suo tempo non è stato curato dal paese di origine un accordo bilaterale in tal senso per garantirlo.
Non è il caso di responsabilizzare per tale garanzia i pensionati, affinché venga risolto attraverso il contributo sostanzioso in un unica soluzione alle ASL regionali ed in aumento di aliquota, né tanto meno attraverso una stipula contrattuale di polizza “ad hoc” con le compagnie assicurative, che nel caso in specie non lo acconsentirebbero a soggetti ultrasettantenni!.
Tale problematica dovrebbe essere portata all’attenzione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, attraverso uno studio di settore con l’ausilio degli Organi istituzionali italiani presenti nel territorio.

Dr. Giuseppe Stabile