Personaggi “magici” a Tenerife

Per la serie personaggi magici, conosciamo Sergio Bertaccini che vive a Tenerife da molti anni, è classe 1939, e una ne pensa e mille ne fa!

La sua passione e la sua bravura per la pasticceria iniziano nella bottega di un fornaio milanese, continuano sui lidi americani solcando l’oceano a bordo di magnifiche navi da crociera.

Sergio ritorna in Italia, passa molte stagioni in grandi hotel, dove diventa capo pasticcere.

Finché nel 1971 apre assieme alla moglie Mariarosa un negozio di pasticceria nel quale, anno dopo anno, “addolcisce gli occhi ed il palato” dell’Oltrepò Pavese e diventa un esempio di artigianato e creatività.

Dopo 30 anni di attività vende il negozio, si dedica alla formazione di giovani professionisti pasticceri e lavora come consulente per l’industria dolciaria.

Sergio nella sua lunga carriera di pasticceria artistica ha creato capolavori “dolci” come statue da mordere, come enormi costruzioni da assaporare.


Nel 60° anniversario della nascita della ditta “Lucchini”, leader nella costruzione di fisarmoniche, il titolare ha chiesto a Sergio di realizzare una torta con la stessa forma dello strumento. (foto)

Qualche anno fa quando morì Gianni Brera, grande giornalista sportivo conosciuto a livello internazionale, Sergio ha voluto dedicare alla sua memoria un dipinto di cioccolato e riso che lo ritrae mentre gusta un sigaro.

Se si può dipingere con il cioccolato allora perché non fare una scultura? Una pietà di cioccolato bianco su sfondo di cioccolato nero crea un effetto luce-ombra davvero singolare. Mai stanco di creare nel 1990 vince il Guinness dei Primati con lo Strudel di mele più grande del mondo, era lungo 157,3 metri e pesava 295,5 chili! Il dolce venne preparato con mele di coltivazioni locali e con l’aiuto di decine di “sbucciatori”.

Questo “mostro” venne appoggiato su decine di cavalletti aperti lungo la via principale di Santa Maria della Versa (PV), in occasione della festa patronale. In seguito lo strudel venne tagliato dal pasticcere stesso e gustato dal pubblico presente. Le offerte raccolte dalla vendita sono state devolute interamente in beneficenza allo scopo di finanziare la locale sezione di Croce Rossa Italiana.

Da qui inizia la sua ascesa nei Guinness: nel 1995 a Roma, crea una Scacchiera di cioccolato, lunga 10,5 metri e pesante 153,5 chili.

La scacchiera è stata presentata nella trasmissione televisiva “Utile e Futile” presso gli studi di Saxa Rubra della RAI.

Tutto il cioccolato è stato in seguito distribuito e le offerte ricavate sono state devolute in favore dell’Unicef.

Questa nuova impresa del pasticcere di Santa Maria della Versa è stata riconosciuta sul libro dei Guinness del 1996 e vi è rimasta fino ai giorni nostri.

Nel 1999, a Casteggio (PV), in occasione della raccolta fondi nella manifestazione di beneficenza Telethon, Sergio Bertaccini ha creato una scacchiera di cioccolato presso i padiglioni della fiera della città pavese.

In seguito alla registrazione del peso e delle misure (superficie 18,82 metri quadri e peso 557,5 chili), la scacchiera è stata utilizzata per una vera e propria partita a dama. Gli sfidanti erano due campioni di livello europeo della Federazione Italiana Dama.

Un dettaglio goloso, il “cioccolatino” da guinness era composto da diversi tipi di cioccolato: cioccolato al latte, fondente e bianco. Ogni pedina pesava 3,5 Kg.

Durante la partita le pedine “mangiate” erano messe all’asta per il pubblico, mentre il cioccolato rimanente è stato ridotto in piccole parti e distribuito in beneficenza.

Sergio Bertaccini ha realizzato l’opera gratuitamente, l’azienda DSM Bakery Ingredients Italy GIST-BROCADES ha sponsorizzato l’intera manifestazione e ha offerto il cioccolato.

Qui a Tenerife, giusto per non annoiarsi, si è inventato di costruire un kayak a pedali, e tra gli sguardi curiosi dei passanti e i clic delle macchine fotografiche che lo immortalavano come se stesse partendo per la traversata dell’oceano in “groppa” al suo prototipo di peda-kayak, sprezzante del pericolo, “pedalava” nelle acque di Playa Las Vistas. Dove lo incontreremo prossimamente?  A nessuno è dovuto saperlo, ma sicuramente Sergio, come tanti personaggi magici di Tenerife, saprà come stupirci nuovamente!