I Musei di Tenerife totalizzano nel 2012 ben 277.000 visitatori

 I quattro Musei del Cabildo di Tenerife, il Museo de la Naturaleza y el Hombre, il Museo de la Ciencia y el Cosmos e il  Museo de Historia de Antropología de Tenerife nelle sue due sedi di Casa dei Lercaro e Casa de Carta, hanno totalizzato lo scorso anno 207.000 visitatori, in aumento di un 10% rispetto all’anno precedente.

Altre due installazioni aperte al pubblico, sempre di competenza dei Musei di Tenerife, il Centro de Interpretación Castillo de San Cristóbal e il Complejo Espeleológico della Cueva del Viento, hanno totalizzato nel 2012 rispettivamente 52.000 e 13.000 visitatori.

Particolarmente rilevante è stato l’aumento di quasi un 20% per il centro ubicato in Icod de los Vinos, nonostante le necessità di conservazione ambientale imponessero particolari restrizioni sull’afflusso dei gruppi di visitatori.

In particolare, i turisti sono stati 82.000 (40% del totale), e fra questi si è notata la positiva evoluzione dei gruppi organizzati, passati da 13.000 a 18.000, in incremento del 34%, frutto degli operatori commerciali e dei diversi accordi stretti negli ultimi mesi con i principali tour operator e agenzie di viaggio.

Vanno poi messi in risalto gli oltre 27000 studenti (+19% rispetto al 2011) che a gruppi hanno visitato i musei nel 2012, fra i quali un’alta percentuale, oltre alla visita, ha potuto praticato una qualsiasi delle attività per loro preparate.

Secondo Amaya Conde, “la crescita dei visitatori nel 2012, soprattutto fra gli studenti e i turisti, riflette l’impegno dei Musei di Tenerife per diventare un riferimento turistico culturale nell’isola. Allo stesso modo, continuiamo a stringere rapporti con il mondo della scuola, offrendole un appoggio in momenti così complessi quali questi che stiamo vivendo”.


Il Museo de Historia y Antropología de Tenerife ha totalizzato 102.000 ingressi, 80.000 per la Casa Lercaro,l’installazione più visitata dell’isola, e 22.000 per l’altra sede del Museo, la Casa de Carta, in Valle de Guerra. La Casa de Carta ha ottenuto questo ottimo risultato soprattutto per il successo della mostra El jardín de Jauja.

Da parte sua, il Museo de la Naturaleza y el Hombre ha ricevuto 56.500 visite, un incremento del 15% rispetto al 2011. Qui si sono concentrati oltre 12.000 studenti, quasi la metà dell’intero comparto museale.

Il Museo de la Ciencia y el Cosmos sperimenta il maggior aumento nei numeri dei suoi visitatori, raggiungendo nel 2012 i 49.000 ingressi, in incremento del 25%.