Foto da gidtenerife.ru
Foto da gidtenerife.ru

La compagnia di autotrasporti, che potrebbe essere uno degli elementi che sconfiggono gli ingorghi della TF5, è ormai da una decina di anni che perde utenti. Infatti la Titsa (NdR Transportes Interurbanos de Tenerife, Sociedad Anónima (è una ditta di proprietà del Cabildo di Tenerife) è ritornata oggi a trasportare gli stessi 33 milioni di passeggeri che la utilizzavano nel 1990, quando però l’isola contava 225.000 residenti in meno rispetto ad oggi. Dai 54.100.000 viaggiatori del non lontano 2004, si è registrato un calo che inizialmente si contava in circa un milione all’anno, salito poi in diverse annualità fino ai 3 milioni annuali. Stranamente sembra che le cose per Titsa vadano peggio di pari passo con la crisi, forse anche per l’accessibilità del prezzo dei carburanti (anche se forse sono proprio i numeri della disoccupazione ad aver incentivato il ribasso…). Considerando che accrescere l’utilizzo del trasporto pubblico presente sull’isola contribuirebbe ad alleviare il traffico, in certi punti ormai veramente caotico, le Autorità stanno studiando misure per finanziare degli sconti più consistenti che possano incrementare l’utilizzo dei verdi torpedoni.

(dalla Redazione)