foto da googlemap
foto da googlemap

Nel decennio dal 2000 al 2010 il parco macchine dell’isola è salito da 500 a 600 mila veicoli, e oggi è quasi quadruplo rispetto alla Spagna: 413 auto per chilometro (la rete viaria di Tenerife conta 1425 chilometri), rispetto alle 112 della penisola. Per cercare di limitare l’uso e l’abuso del mezzo proprio, particolarmente nei tratti più congestionati dell’Autopista del Norte, le autorità stanno cercando misure adeguate per incrementare l’utilizzo del trasporto pubblico, soprattutto fra gli studenti e i lavoratori.

Come esempio si guardi ai 4600 universitari residenti al Nord di cui solo 264, poco più del 5%, utilizzano la “guagua” approfittando del biglietto studenti scontato del 50%. Oltretutto, scorrendo dei dati risalenti al 2010, 3 ragazzi su 4 utilizzano l’auto da soli, e si cerca quindi di far entrare l’abitudine all’utilizzo dell’auto compartita, spingendone l’uso attraverso una nuova app, o pensando alla riduzione della possibilità di parcheggiare in alcune facoltà, dove l’uso potrebbe essere permesso solo alle auto con 3 o più persone.

(dalla Redazione)