Diabetic is doing a glucose level finger blood test.Circa 70.000 diabetici nelle Canarie non sono consapevoli di avere questa malattia e di conseguenza non  ricevono alcun trattamento né preventivo né curativo.

In totale si stima che questa malattia colpisca nelle Isole circa 210.000 persone, cifra decisamente alta considerando la popolazione totale. La mancanza di una diagnosi precoce crea un impatto negativo sulla salute e conseguentemente fa sì che ci siano dei costi elevati per il sistema sanitario pubblico, per curare i pazienti una volta che il diabete si è conclamato drasticamente. Possiamo gridare che le “Canarie necessiterebbero di una corretta informazione e prevenzione integrale in merito a questa malattia”.

Sicuramente insegnare a tutte le famiglie un’alimentazione corretta, soprattutto per i bambini fin dai primi anni di vita: circa il 28% dei bambini canari sono obesi, per non parlare degli adulti, le Isole sono la Comunità con più predisposizione e conclamazione di obesità e/o sovrappeso di tutta l’Europa, notizia molto inquietante. Una delle conseguenze più frequenti dovute al diabete è la retinopatia diabetica: la retina è una membrana sensibile alla luce che si trova nella parte posteriore dell’occhio, con il diabete si danneggiano i vasi sanguigni che nutrono questa membrana fino a causare la perdita della vista. I primi sintomi di questa patologia sono una progressiva diminuzione della vista che non migliora con l’uso di occhiali e la comparsa di macchie scure.  Per non parlare dei casi ahimè già terminali, dove spesso occorre amputare gli arti che a causa del diabete sono degenerati. Come sempre si dice, molto meglio prevenire che curare, sia per il paziente in primis ma anche per i costi della Sanità Pubblica.

(dott. Mauro Garras)