download (1)Santa Cruz in gennaio piena di crocieristi! Ne sono previsti infatti ben 85.000, compresi 21.000 marinai, che arriveranno su 29 navi. La maggioranza saranno tedeschi, poi inglesi e solo al terzo posto gli spagnoli.
Saranno superaffollati i venerdì, quando potranno essere presenti contemporaneamente in porto ben tre giganti delle vacanze sui mari.
Molti poi sceglieranno le classiche gite sull’isola, il Parque Nacional del Teide, la visita al Loro Parque, al Puerto de la Cruz, a La Orotava o La Laguna. Altri si fermeranno a visitare la capitale, magari utilizzando i caratteristici pullman turistici rossi, ormai un vero must in tutte le grandi realtà turistiche.
I commercianti di Santa Cruz, per decidere se vale la pena tenere i negozi aperti anche la domenica, valutano attentamente la quantità e la nazionalità dei crocieristi che dovranno sbarcare: se sono brasiliani o italiani è gente che spende, se sono Inglesi e spagnoli molto meno. Un altro aspetto da valutare è la prossima destinazione della crociera. Se dovranno stare in mare per un paio di giorni, sicuramente sbarcheranno dalla nave e faranno spese, e lo stesso sarà per i lavoratori imbarcati ma, se il prossimo porto sarà Santa Cruz de La Palma o quello di La Luz, a Las Palmas di Gran Canaria, la speranza che facciano grandi spese calerà in maniera considerevole.