ATTENZIONE ai pericoli!

pag29_deporte-Kitesurf-Famara3
Foto da lamexicanna.blogspot.com

Recentemente una signora di 62 anni di La Laguna ha sofferto uno spiacevole incidente che le ha provocato delle serie ferite alle braccia, al naso e alla faccia, essendo stata investita dai cavi di un kitesurf mentre camminava sulla spiaggia dei kite a El Médano. La signora stava camminando sulla spiaggia, proveniente da Montaña Roja verso El Médano, quando all’improvviso le corde della tavola di un kitesurfista le si sono agganciate al collo e il vento l’ha sollevata diversi metri nell’aria. Solo per fortuna si è sganciata subito cadendo sulla spiaggia. È arrivato immediatamente il proprietario del kit, un signore inglese che si è occupato perché dell’incidente se ne potesse far carico la sua assicurazione. I kite surfers raccomandano in tutti i modi alla gente di non camminare su quella spiaggia. Senza che se ne capisca il motivo, ma comunque non va bene, l’Ayuntamiento di Granadilla non ha esposto nessun segnale di pericolo, e le scuole di kite surfing non stanno facendo sufficiente attenzione ai possibili rischi. Se non adeguatamente informati i turisti non possono essere a conoscenza dei rischi legati alle tavole e ai cavi dei kite, e un appassionato ha fatto notare che la spiaggia del Medano, dopo l’abbandono dell’Egitto e dell’intero Nordafrica, è sempre più affollata di gente e che la prossima volta a essere investito da un kite potrebbe essere un bambino.

Qualcuno ha fatto notare che bisognerebbe dare un’occhiata anche a Playa Enramada, dove i parapendisti atterrano sorvolando da vicino le teste dei bagnanti. A più di uno è già successo qualche volta di doversi spostare alla svelta, perché quando le vele atterrano fanno un lungo atterraggio planato ad un metro da terra. Qualche volta succederà qualcosa di spiacevole!

(dalla Redazione)