Tijarafe - Foto da www.hablocanario.es
Tijarafe – Foto da www.hablocanario.es

Il progetto isolano include quattro opere turistiche che erano già previste nel 2015, il progetto di Ibarrola a Garafía, l’ascensore urbano nella capitale, un belvedere a Tijarafe e il centro di Mendo.

La programmazione economica del Cabildo di La Palma per il 2016, in fase di elaborazione, includerà quattro progetti turistici di una certa importanza che dovevano già partire nel 2015, ma per differenti motivi non si è potuto farlo, soprattutto davanti alle critiche dell’opposizione: l’ascensore urbano nella capitale, il polemico progetto di Agustín Ibarrola nella Villa di Garafía, un mirador turistico a Tijarafe e un osservatorio astrofisico per gli appassionati a Mendo, El Paso. Fonti governative assicurano che questi quattro progetti avranno l’adeguato finanziamento nel 2016, perché il governo li ritiene importanti per l’isola. Tutti questi quattro lavori costano € 400.000 ma è probabile che riceveranno ulteriori finanziamenti nel 2016. Ovviamente il tempo di realizzazione slitterà…

Nel caso dell’ascensore urbano turistico fra le piazze della Costituzione e quella della Luz, l’istituzione isolana aveva previsto una spesa di € 100.000 nel 2015 e un’altra di 150.000 nel 2016. Ma fino ad oggi non è stato investito neanche € 1. Il problema è uno scontro fra partiti  politici, dove alcuni dicevano che l’opera era nel centro storico, altri che era fuori dalla zona protetta.

Nella stessa situazione si trova il progetto dell’artista basco Ibarrola nella Villa di Garafía, che si scontra con l’opposizione di migliaia di cittadini che hanno presentato una petizione contro all’istituzione isolana. L’idea di pitturare pietre in un barranco non è affatto riuscita a convincere tutta la popolazione, anche se sono stati destinati € 160.000 già per l’anno 2015, ma fino adesso senza spenderne neanche uno.

L’investimento nella discarica e negli antichi inceneritori di Mendo per convertirli in una zona di osservazione astronomica, e il belvedere turistico nel Comune di Tijarafe, resteranno nei conti di La Palma nell’anno che va a iniziare.

(dalla Redazione)