SPIGOLATURE 3

pag21_mose-a-tenerifeL’ERBA DEL VICINO… (ovvero: da Pinocchio a Mosé).

« Lì non vi sono scuole, lì non vi sono maestri, lì non vi sono libri. In quel paese benedetto non si studia mai. Il giovedì non si fa scuola, e ogni settimana è composta di sei giovedì e di una domenica. » (cit. Pinocchio, Il Paese dei Balocchi, Carlo Collodi -)

In quasi tutti i paesi del mondo sono organizzati gruppi, siti, social, che forniscono consigli, pro e contro, sul come trasferirsi all’estero… Come trasferirsi, ad esempio, dall’Inghilterra in Italia, vantaggi e amenicità.

La cosa curiosa è che scrivono di come si potrebbe VIVERE BENE DA PENSIONATI IN ITALIA!…

Leggiamo su… “www.understandingitaly.com/living.html”: e traduco il terzo capoverso… “Per coloro che scelgono di andare in pensione in Italia può essere comodo con la consapevolezza che l’Italia è CONSIDERATA UNO DEI MIGLIORI POSTI AL MONDO PER ANDARE IN PENSIONE”

Insomma pare che molti cerchino la “terra promessa” da un’altra parte.


E che addirittura IN ITALIA vi sia questa terra (mica alle Canarie!).

Ma diversamente da questi “forum” che sollecitano il trasferirsi dalla nazione “X” alla nazione “Y” con valutazioni propositive, obiettive ed equilibrate,  i vari social che trattano il trasferirsi dall’Italia alle Canarie pare applichino una visione Manichèa  sull’argomento. Molti interventi sono mirati a giudicare secondo un’opposizione radicale di vero e falso, bene e male, senza offrire alternative né ammettere sfumature, e ritenendo di essere dalla parte del giusto e del vero. Senza dubbio in una percentuale non  determinante… ma ci sono.

Dove sta la verità? Esiste un precedente che mi pare allegorico ma realistico:

Mosè, per una serie di situazioni (che sembra somigliassero alle nostre: schiavitù, economia, despoti, ecc),  per portare il suo popolo altrove, ha messo in preventivo e vissuto sforzi e poi fatto addirittura un “miracolo”, ha separato le acque del Mar Rosso per trasferirsi nella terra agognata!  (Anche se pare sia stata una particolare condizione meteo a prosciugare quel tratto di mare).

Oggi il miracolo è ripetibile? Forse.

Ma bisogna prepararsi con pragmatismo… meglio se si sa nuotare, se si è preparati ad affrontare i marosi, la corrente avversa, i pirati. Poi magari ci scappa anche il “miracolo”.

Un vecchio proverbio Canariota recita: “muy mar, muchos piratas”.

Leggiamo di alcuni poveracci che annegano nello splendido mare attorno alle isole e questo dovrebbe fare da monito sul come valutare coscientemente ciò che si fa. Attorno alle isole non c’è un mare, è oceano!

Ma si può fare! La terra promessa è anche, e direi soprattutto, nelle Canarie. Esistono centinaia di persone che possono testimoniare la loro conquista. Ho usato il termine conquista perché di questo si tratta. Delle vittorie di Pirro non ce ne facciamo niente. Se volete il superamento felice di avversità, difficoltà, contrasti e avere successo, ragionate dentro di voi sino alla nausea. E siate sinceri con voi stessi. Quando poi accetterete e capite le carte che avete in mano, se lo ritenete fattibile, potete finalmente giocare senza fare danni.

(Andrea Maino)