Anacardi salvavita!

pag06_anacardiA chi non piacciono? Gli anacardi sono un alimento particolarmente amato in tutto il mondo: sono semi provenienti da una pianta originaria del Brasile, che hanno proprietà particolarmente benefiche e nutrizionali.

Si tratta di frutta secca, altamente benefica per il corpo. Questi semi svolgono un’azione protettiva nei confronti degli occhi, per merito dei flavonoidi in essi contenuti. A differenza di altra frutta secca, gli anacardi non contengono molti grassi e quelli presenti sono, soprattutto, acidi grassi insaturi. La presenza di acido oleico e magnesio è poi benefica per la salute del cuore, dei vasi sanguigni e di tutto l’apparato cardiovascolare: il magnesio aiuta, ad esempio, nella regolazione della pressione arteriosa. Gli anacardi contengono acqua, carboidrati, proteine, grassi, fibre, zuccheri, ceneri, sali minerali – come sodio, potassio, ferro, calcio, fosforo, magnesio, zinco, rame, manganese e selenio – vitamine – quali quelle del gruppo B, la vitamina K e basse percentuali della vitamina C e della vitamina E. Vantano proprietà antiossidanti, in grado di contrastare l’attività dei radicali liberi e rallentare l’invecchiamento cellulare. Ogni 100 grammi di anacardi si ha una resa calorica pari a 553 calorie. La dose giornaliera consigliata è di 30 grammi.

Il nome anacardium deriva dalla parola greca kardia che significa cuore, proprio ad indicare la forma del frutto che richiama quella del cuore. Il guscio dell’anacardo contiene una resina irritante che viene utilizzata per produrre vernici ed insetticidi. Gli anacardi vanno conservati in un barattolo ben chiuso poiché se vengono lasciati all’aria irrancidiscono molto velocemente. Dal seme degli anacardi si ricava un olio che per caratteristiche organolettiche è simile all’olio di mandorle.

In India, dai fiori dell’anacardio, si prepara un liquore dal gusto molto forte e con proprietà toniche.

(Marco Dessì)