pag28_come-comportarsi-quando-il-cane-ringhia_dafcc40c48f97f52091b880cda297a15Molti nuovi proprietari di cuccioli di cane, dopo tanta trepidante attesa per l’arrivo del nuovo compagno di vita si trovano subito in difficolta e sorpresi magari dal caratterino del nuovo arrivato.
Scatta a questo punto il momento di amarezza e sconforto nel constatare che il tanto atteso ospite non è da subito come lo si immaginava, e le problematiche maggiori sono senza dubbio legate alla prima disobbedienza e al primo ringhio che il cucciolo esibisce nei nostri confronti.
Ci si domanda quindi in cosa si stia sbagliando, ci si chiede se il cucciolo è di natura così monello oppure se ci hanno rifilato un cucciolo con problemi caratteriali, mentre il più delle volte queste problematiche sono legate o all’inesperienza del nuovo proprietario o a un approccio troppo umano nei confronti del pelosotto.
Sempre bisogna pensare che ci dobbiamo relazionare con un animale ed in questo caso un cane che è ovviamente totalmente diverso da un essere umano e che necessita di essere trattato rispettandolo per quello che è: un cane!
Per capire e prevenire certi comportamenti canini sarebbe utile dedicarsi alla lettura di buoni testi sui lupi, ovvero gli antichi antenati del nostro nuovo compagno. Riflettendo poi sulla lettura e cercando di estrapolarne i concetti basici, si arriverà sicuramente a capire come approcciarsi con il cucciolo. Di fondamentale importanza è il ricordarsi sempre della gerarchia di branco, ovvero immaginare una piramide dove in cima ci siamo noi proprietari e alla base ci sarà inevitabilmente il cucciolo, che dovrà per sempre rimanere alla base della nuova scala gerarchica familiare.
In natura appunto la supremazia del capobranco non sempre avviene con la forza fisica, ma il più delle volte avviene con la soggezione del subordinato rispetto al capobranco. Fin da subito, rispetto al nostro amico a quattro zampe, dovremmo dimostrare fermezza, coerenza, determinazione e ricevere ma dare anche rispetto. Fin da subito dovremmo stabilire delle regole fondamentali che poi saranno quelle che tutti i componenti della famiglia dovranno tenere nei confronti del cucciolo, dovremo far sì che con il solo tono di voce il peloso capisca le nostre intenzioni, non dovremo mai farci impietosire perché è cucciolo e dovremo capire un concetto che è alla base di tutta l’educazione cinofila: cercare di fare capire al cucciolo il suo vero ruolo all’interno del branco, che come detto in precedenza sarà sempre di gregario. Poi se vorremmo invece far sì che il nostro cucciolo sia in cima alla piramide, ecco che a questo punto si dovranno poi spendere tanti soldoni per cercare di recuperare quello che ormai potrebbe essere irrecuperabile.
(Roberto Maggiorani)