pag26_bienvenida-1680x480
Foto da www.tenerifewalkingfestival. com.

Seconda edizione del Tenerife Walking Festival (TWF), uno dei più importanti incontri europei per gli amanti del trekking.

La sede dell’avvenimento sarà Puerto de la Cruz, che contribuirà con il suo innato fascino e con le attività collaterali alle camminate, insieme alla grande varietà e qualità dei tracciati, a rendere unica questa esperienza.
Sembra che lo scorso anno ben 775.000 turisti abbiano praticato durante la vacanza sull’isola del trekking (che qui chiamano senderismo), attività che viene surclassata solamente dalla visita ai parchi a tema.
L’isola di Tenerife risulta perfetta per questa pratica sportiva, visto che gode di un’ampia rete di sentieri ben segnalati, un ottimo clima, una grande varietà di paesaggi e di ecosistemi.
Camminare piace a tutti ma in particolare ai tedeschi per quasi un terzo del totale, e poi francesi, belgi, olandesi, svizzeri e austriaci.
Le iscrizioni per il Tenerife Walking Festival 2016, che si celebrerà dal 29 marzo al 2 aprile, sono aperte.
All’evento possono partecipare sportivi federati e non di tutto il continente europeo fino a un massimo di 300 e le iscrizioni possono essere fatte presso il sito webwww.tenerifewalkingfestival.com. (NdR le iscrizioni erano aperte fin dalla fine del 2015, speriamo ci siano ancora posti disponibili. Sarà comunque un’ottima occasione di sport e divertimento anche solo partecipare alle attività collaterali).
Il festival darà la possibilità di conoscere 15 diversi sentieri sull’isola, una selezione dei più interessanti di Tenerife, che saranno classificati in tre diverse categorie: vulcanici, costieri e verdi. Una vasta scelta di sentieri che permette a tutti i partecipanti di scegliere quelli più adatti ai loro gusti e alla loro preparazione.
Si potrà scegliere di camminare nei parchi rurali del Teno o di Anaga –quest’ultimo diventato di recente Riserva della Biosfera, entrambi ricchi dei magici boschi di laurisilva, o nel Parco Nazionale del Teide, Patrimonio dell’Umanità per l’Unesco.
Uno dei sentieri altamente raccomandabili è quello di Agua García, caratterizzato dagli enormi e secolari “viñátigos“ (NdR “Persea indica”, una specie di lauro endemico della Macaronesia e quindi anche delle Canarie, simbolo verde dell’isola di La Gomera) e punteggiato qua e là da altre specie vegetali come l’erica e il lauro.
Un sentiero vulcanico molto interessante anche se è molto faticoso è quello del Parador–Vilaflor, che fa parte del sentiero di lunga distanza n° 131, integrato nel E7 europeo (NdR i camminatori accaniti sapranno certamente di cosa si tratta.)… Il tracciato passa attraverso zone vulcaniche e spicca per il contrasto fra le colate laviche e la ricca vegetazione.
Ma la camminata top sarà sicuramente la salita al picco del Teide, dopo 16 km di sfacchinata con dislivelli fino al 60%, per poi godere le fantastiche viste dai 3718 metri di quota, dopo aver passato la notte nel Rifugio di Altavista.
Il Tenerife Walking Festival 2016 offrirà molto di più che il semplice trekking, che resta comunque indiscusso protagonista dell’evento, con le interessanti attività collaterali come la degustazione dei prodotti della terra, i bagni nelle piscine naturali vulcaniche, e l’osservazione delle stelle.
Tutto il festival sarà concentrato su Puerto de la Cruz e l’organizzazione ha previsto di farne conoscere i punti più belli e più interessanti per un’eventuale prossima vacanza. Ci saranno imprese spagnole e internazionali legate al trekking, mostre fotografiche, altre attività legate alla natura e un appetitoso spazio gastronomico.
(dalla Redazione)