pag10_algaeFin dai tempi antichi e in tutto il mondo, i popoli costieri hanno incorporato nella loro dieta vegetali marini, e  gli abitanti lontani dal mare hanno usato come alimento la verdura dei laghi e dei fiumi.

Da più di due milioni di anni gli antichi coreani inviavano le alghe alla corte imperiale della Cina, dove erano molto apprezzate per il loro potere medicinale.

In tutte le isole del Pacifico, le alghe hanno una lunga storia, i giapponesi grazie alla loro lunga e accidentata costa sono coloro che hanno usufruito maggiormente delle verdure di mare, la domanda ha superato l’offerta naturale di varie specie che oggi sono coltivate al largo di tutta la costa.

Al giorno d’oggi le alghe sono un alimento totalmente necessario per contrastare la contaminazione a cui è sottoposto il nostro organismo.

Una delle proprietà più importanti delle alghe è aiutare l’espulsione dei metalli contaminati, radioattivi e tossici.

Sono un alimento fondamentale in questa epoca per contrastare l’inquinamento dovuto a un uso eccessivo degli apparati elettrici (computer, telefono, cellulare, microonde, cucine elettriche…).


Durante la storia, i vegetali marini sono stati sempre apprezzati per le loro proprietà salutari.

L’origine della vita è dovuta al mare, milioni di anni di erosione lo hanno arricchito di tutti i minerali necessari per la vita.

Le alghe contengono tra 10 e 20 volte più minerali dei vegetali terrestri. Lo iodio è difficile da ottenere da qualsiasi altra fonte che non sia il mare e le alghe ne contengono una quantità sufficiente.

Le alghe contengono anche acido alginico, una sostanza che aiuta a combattere le tossine nel nostro corpo e permette la loro eliminazione naturale.

Le alghe, grazie al loro alto contenuto in minerali, producono nel sangue un effetto alcalinizzante, possono depurare il nostro organismo dagli effetti acidi della dieta moderna. Inoltre possono aiutare a sciogliere i grassi e i depositi di mucosità presenti nel corpo per un eccesso di grassi saturi e prodotti lattei.

Le alghe possiedono un 25% di minerali in più del latte, senza apportare troppe calorie.

Sono ricche in vitamine A, B, C, D3, E, K, e in minore quantità di vit. B12 (che difficilmente si ottiene con alimenti di origine vegetale).

Per ottenere i benefici, dovrebbero essere consumate giornalmente in piccole quantità, non con una super dose un solo giorno la settimana… la quantità per persona e per pasto può essere di uno o due cucchiai.

L’età per iniziare a consumarle è dal momento che un bambino inizia a mangiare solido, già nello svezzamento le alghe possono essere incluse in piccole dosi nelle pappe, creme e purè.

Le alghe fin da piccoli ci accompagnano e ci aiutano a rinforzare il nostro sistema nervoso, ad alcalinizzare il nostro sistema circolatorio, regolare il nostro sistema digestivo, mantenere le nostre ossa sane e forti…

Vediamo in specifico alcune delle più importanti alghe:

NORI

Possiede un alto contenuto di proteine, grandi quantità di vitamine C e B1 ed è particolarmente ricca di vit.A.

Contribuisce ad eliminare il colesterolo nel corpo.  La foglia di Nori si tosta rapidamente fino che la sua parte rugosa cambia di colore e diventa verde chiaro brillante.

Si utilizza come snack, ai pasti per accompagnare le zuppe, insieme alle insalate o nella preparazione del sushi.

WAKAME

E’ originaria delle acque giapponesi, anche se una pianta simile conosciuta con il nome di alga KELP si incontra nelle acque atlantiche.

E’ molto ricca in calcio e contiene alti livelli di vitamine B e C.

Possiede la proprietà di ammorbidire le fibre degli alimenti che vengono cucinati insieme, si utilizza infatti per ammorbidire e rendere più digeribili i legumi.

Il tempo di ammollo è approssimativamente di 3 – 4 minuti.

DULCE

E’ la più popolare del nord Atlantico ed è stata usata come alimento per milioni di anni dalle popolazioni del nord est dell’Europa.

E’ di colore rossiccio, sottile e per questo non richiede molto tempo di ammollo, solo 1-2 minuti sono sufficienti.

E’ l’alga più ricca in ferro, contiene anche molto potassio, magnesio, iodio e fosforo.

KOMBU

Conosciuta come Kelp ha molte varietà e formati.

E’ la più dura perciò si raccomanda per piatti con una cottura lunga.

Ricca in acido alginico e algenico (depuratori naturali dell’intestino) e acido glutammico (che ammorbidisce la fibra di altri alimenti, specialmente i legumi).

Favorisce l’assorbimento dei nutrienti nel corpo. Si utilizza in piatti con lunga cottura: zuppe, brodi, cottura di legumi e proteine vegetali, stufati….

ARAME

Necessita di un ammollo di circa 10 minuti dopodiché si può utilizzarla direttamente in insalate, saltata con verdure, con proteine oppure si può cucinarla velocemente. Ha un alto contenuto di zucchero naturale senza calorie, il Manitolo, presente in molte alghe marroni. Molto ricca di iodio e calcio.

SPAGHETTI DI MARE

Occorre metterla in ammollo 15-20 minuti e si utilizza cucinata in piatti di verdura, cereali, proteine o aggiunta a insalate… E’ un’alga che attrae molto, in quanto ha la forma di spaghetti. Per cucinarla occorrono 20-30 minuti. Contiene una gran quantità di minerali, tra cui troviamo ferro, calcio, zinco a concentrazioni alte.

Vi raccomando di scoprire questo mondo, tuttora sconosciuto per molti, specialmente nei paesi dell’Occidente. Non solo per la sua facile utilizzazione e integrazione in cucina, ma per le loro eccellenti proprietà e per i benefici che apportano a tutti, dai bimbi piccoli fino alle persone anziane.

(D.ssa Laura Nardi)