Incontro con Patrizio Roversi che rivedremo alle Canarie

Carissimi che mi leggete da Tenerife e dalle Canarie, mi fa molto piacere che sia sorta una iniziativa come la vostra, che parte dagli italiani-in-giro-per-il-mondo. Noi, che di regola facciamo viaggi e parliamo di viaggi sulla TV italiana e sul Web, alle Canarie siamo passati più volte e ogni soggiorno (sia pure breve) si è poi rivelato molto interessante. Ci siamo stati una volta all’inizio del nostro Giro del Mondo in barca a vela, nel 2002: abbiamo fatto tappa da voi prima di affrontare la traversata atlatica. In realtà ci è capitata una strana avventura: prima ci siamo fermati alle Canarie per preparare la barca, fare cambusa ecc. Poi siamo partiti, ma una ventina di ore dopo, quando ormai avevamo acchiappato l’aliseo che soffiava con tutta la sua forza (era febbraio), un’onda anomala è penetrata in barca, ha riempito il pozzetto e da lì, per colpa di una guarnizione montata male, è arrivata nella nostra cabina di montaggio, bagnando tutte le attrezzature.

Patrizio Roversi – Velista per caso

Quindi abbiamo dovuto… tornare indietro! Per chi conosce un po’ la navigazione, è evidente che si è trattato di una impresa folle: navigare contro l’aliseo è durissima. Ma ce l’abbiamo fatta, siamo tornati in porto (a Gran Canaria) abbiamo aggiustato e asciugato tutto e siamo ripartiti. Poi, successivamente, Syusy ha fatto una visita più approfondita a tutte le varie Isole del vostro Arcipelago. Ora avremmo intenzione di ripassare dalle Canarie, perchè in autunno abbiamo in animo di rifare un Giro del Mondo in barca, stavolta sulle tracce di Antonio Pigafetta e di Magellano. Non so se riusciremo a superare tutti i problemi organizzativi ed economici, ma ci proviamo. A presto, quindi.

Patrizio Roversi
(turista per Caso)

Trovate informazioni sui nostri siti:
www.velistipercaso.it
www.turistipercaso.it
www.pigafetta500.it