sicurezzaQuesto mese non posso che fare un resoconto sui compagni che sono stati assegnati alla sicurezza del Carnevale di Santa Cruz.

Mentre le persone si riversavano per le strade della città seguendo l’evento e divertendosi, polizia, guardia civil e vigilanti si sono accollati l’obbligo di garantire l’incolumità e la sicurezza dei partecipanti.

Tutti gli anni questo evento comporta molti più risvolti poco costruttivi di quelli che la maggior parte delle persone può credere. A parte dover garantire la sicurezza durante gli eventi classici come l’elezione delle varie regine, evitando che il pubblico acceda alle zone riservate ai partecipanti ecc… i conflitti veri sono arrivati come sempre durante le sfilate per le strade.

I colleghi devono aiutare le forze dell’ordine pubblico per evitare le risse create per l’abuso di alcool e droghe, e accompagnare le persone sanguinanti fino ai punti di assistenza della protezione civile e servizi sanitari.

I vigilanti sono anche quelli che devono avvisare ed aiutare i paramedici a soccorrere chi cade a terra svenuto con indizi di coma etilico e in condizioni deplorevoli in quanto si perde il controllo sui punti di uscita di liquidi e solidi del proprio corpo.

Tutto questo deve essere fatto sopportando anche le continue provocazioni e insulti fatte da giovani, alcuni anche minorenni e causate principalmente da 2 fattori, per un lato l’eccesso di alcool e il sentirsi protetti dal branco degli amici e dall’altro il considerare il ruolo del vigilante inferiore a quello della polizia.


A questo proposito sottolineo che durante eventi di questa importanza, dove i vigilanti sono utilizzati come aiutanti delle forze dell’ordine e sono sotto comando diretto degli stessi, automaticamente assumono il ruolo di pubblico ufficiale e quindi provocare o insultare un vigilante diventa un delitto esattamente come farlo con un guardia civil o a un policia nacional.

A questi compagni posso solo rendere omaggio con questo articolo e considerarli come degli eroi che affrontano stoicamente tutto questo con coraggio e forza di volontà.