guaguaLa ditta che gestisce i verdi “guagua” di Tenerife ha cominciato quest’anno l’installazione del nuovo sistema di pagamento, che si prevede possa essere operativo già da quest’estate, tanto per quello che riguarda i “guagua” che la tranvia. Questo nuovo sistema elettronico funzionerà senza contatto e quindi manderà definitivamente in pensione il biglietto cartaceo.

Per adesso la compagnia pubblica di proprietà del Cabildo ha già installato le nuove macchine in tutta la flotta urbana, e sta cominciando adesso ad aggiornare la rete interurbana. Da circa metà gennaio il sistema viene già fatto funzionare da un gruppo di dipendenti di TITSA per mettere alla prova il software e correggere eventuali problemi di funzionamento. Il sistema dovrà essere in grado di conoscere sia la salita che la discesa per poter, dopo aver calcolato la cosa, incassare la tariffa esatta.

Questo sistema, che funziona solo avvicinando la tessera allo schermo, ha richiesto da parte del governo un investimento da 9,1 milioni di euro.

Indra, l’impresa responsabile dell’installazione, procederà gradualmente alla messa in servizio del nuovo sistema sui 530 guaguas di TITSA e sulle 26 tranvie.

In contemporanea col nuovo sistema di pagamento verrà attivato un nuovo sistema informativo (SAE) che informerà il tempo reale alle fermate, ponendo termine all’attuale incertezza dell’utente, il che risulterà senza dubbio in un grande miglioramento del servizio.

Per agevolare gli utenti, i primi mesi il vecchio e il nuovo sistema funzioneranno contemporaneamente, perché gli utenti possano impratichirsi nella nuova tecnologia.


(NdR speriamo, considerata l’età media dei residenti, autoctoni e non, che i tempi di salita non vadano ad allungarsi in senso biblico…)

(dalla Redazione)