Foto di Cristiano Collina
Foto di Cristiano Collina

La Palma è la quinta isola per grandezza dell’arcipelago delle Isole Canarie, con una popolazione di 86.500 abitanti. Può essere considerata una delle isole più tranquille, il che aiuta a mantenersi belle…

Il minuscolo aeroporto si trova tra scogliere e imponenti montagne, il risultato di qualche imponente attività vulcanica in passato. Per non perdersi nulla, meglio mettere nel bagaglio alcune calzature appropriate e non solo infradito. Girare per La Palma, magari aggrappati al sedile di un taxi, fra un paio di tornanti e bordi a strapiombo poco rassicuranti… è come una continua caccia al tesoro, c’è bellezza nascosta da scoprire dietro ogni angolo. Basta saltare su una macchina per trovarlo… e affrontare con coraggio alcune delle strade più spettacolari che si possano immaginare.

Dopo aver leggiucchiato qua e là, ci sentiamo di consigliare l’albergo caratteristico Hacienda de Abajo, nella piccola città di Tazacorte, una ex tenuta di zucchero del 17° secolo che è stato ristrutturato con cura. L’edificio principale, Main House Tazacorte, è stato suddiviso in singole suite con balcone. E’ circondato a perdita d’occhio da piantagioni di banane, dispone di un meraviglioso giardino botanico, una piscina, un centro benessere con idromassaggio e sauna. Tutto il complesso ha un’atmosfera incantevole, come fare un passo indietro nel tempo, con i manufatti secolari e gli splendidi mobili antichi che davano lustro all’intorno. Questo posto merita una visita, anche se non soggiornerete lì, anche solo per trarne un’affascinante lezione di storia.

Come in qualsiasi parte della Spagna e delle Canarie, il cibo locale è spesso delizioso, e a La Palma non è diverso. Arrivano molti piatti di tapas da innaffiare con un vino bianco locale. Crocchette calde, polpette in una gustosa salsa di formaggio e carne di maiale in salsa di pomodoro alle erbe, nachos croccante con un delizioso guacamole fatto in casa, bistecca di manzo in una ricca salsa di formaggio, e insalata di pasta di granchio.

Noleggiare un’auto a La Palma ti cambia la vita e dà sprint alla vacanza, in quanto i servizi di autobus sono limitati.

Il clou può essere il viaggio nel Parco Nazionale della Caldera de Taburiente (NdR il termine geologico caldera, che significa un vulcano simile a un calderone delle streghe, proviene da qui).


Bellissima però la gita fino al punto più alto dell’isola, Roque de Los Muchachos, altra meta OBBLIGATORIA & IMPERDIBILE per la visita all’Isla Bonita! Le strade tortuose per arrivarci mettono a dura prova le vostre abilità di guida, tanto da rimpiangere a volte il tassista che vi portava all’albergo dopo l’arrivo.

Il viaggio attraverso uno scenario che passa dalle colate di lava a splendide scogliere a picco e alla speciale vegetazione lungo la costa, vi porta all’inizio della salita “pericolosa”. Ma una volta vicini alla cima, quando si vede per la prima volta l’imponente serie di telescopi per osservare le stelle, e siete, finalmente, torreggianti sopra le nuvole e le montagne, è quasi impossibile capire quanto si è in alto.

L’Osservatorio del Roque de los Muchachos, a 2.396 metri sopra il livello del mare, che appartiene all’Istituto d’Astrofisica delle Canarie (IAC), la cui sede centrale si trova a La Laguna, è uno dei più grandi al mondo, e gli osservatori qui possono avere una visione chiara per oltre 300 giorni all’anno.

Una breve passeggiata fino alla punta del belvedere e vedrete tutto il sud dell’isola, e spostandosi pochi passi di lato si può chiaramente vedere la vetta a volte innevata del Teide a Tenerife, a 120 chilometri di distanza!

Diverse spiagge lungo i percorsi costieri a sud dall’aeroporto danno un senso di un po’ di vita in giro, e a Los Canacajos puoi trovare anche un bar e una caffetteria.

Si resta facilmente sorpresi quando si va a Santa Cruz, la capitale, con i negozi che chiudono spesso già alle 15.00, non sembra proprio di essere in una città turistica.

Tornando a Tazacorte si passa da El Paso e Los Llanos, che sembrano avere un po’ di vita in più della capitale. La Palma non sarà mai un’altra Ibiza, ma è perfetta per una fuga dai pensieri, chiudersi nel proprio guscio e godersi un po’ di  dolce sole invernale.

(Franco Leonardi)