pino-gordoTenerife non è mica solo mare. Se volete vedere un po’ di verde, gustare quell’aria frizzantina che solo in montagna si sente, non dovete fare altro che decidervi a spostare la vostra auto da quel parcheggio che avete scovato così faticosamente, dopo giri e giri in paese, per portarvi verso l’alto. Io l’ho fatto domenica, scavalcando la sana pigrizia di mio marito e la mia. E vi assicuro che ne è valsa la pena. Abbiamo preso per San Miguel, alla ricerca di una vecchissima pianta, un pino che si chiama Pino Gordo e che si trova a Vilaflor, un piccolissimo paesino pieno di fiori gialli e di cactus e di pini. Mio marito è stato bravo, ha preso le curve pian pianino intanto che si chiacchierava e si faceva quel che si fa qui, si sorrideva alla bellezza del posto, si chiacchierava di tutto e di più, così che a me la nausea non è venuta e mi son potuta godere il panorama. Durante il percorso incontriamo molte case colorate e di fresco, per lo più villette, orti, qualche bar dove fermarsi a bere qualcosa, e tante viti, ma tante, a cui stanno spuntando le foglie, dunque che hanno deciso in un risveglio a primavera. Ci fermiamo per un caffè. Poi si riparte ma oramai siamo lì. In mezz’oretta, calmi calmi, ci siamo arrivati. Eccolo il Pino Gordo. Finalmente. Uno spiazzo per parcheggiare, altra gente che guarda, scatta foto. Io che scendo per poterlo toccare e mio marito che mi immortala vicino al tronco perché si veda quanto io sia piccola davanti a questa pianta antica. E’ meraviglioso. E poi c’è il sole che fa capolino tra i rami. “ Dai –gli dico – fotografalo così con la luce che lo attraversa”. Insomma, un bello spettacolo da vedere e da stamparsi negli occhi. Si rimane un po’ incantati a guardare la natura che offre il meglio di sé. Saremo stati a 1400 metri. Finché si ridiscende. Si prende la strada più veloce, quella per Los Cristianos. Giusto per cambiare. Tenerife non è mica solo mare. Quando vi viene la voglia di tanto verde, di montagne di pini di sole e di mare da guardare dall’alto, fate come me. Vi assicuro che è sempre una meraviglia scoprire luoghi nuovi. E’ una gioia per gli occhi.

(Danila Rocca)