dal film "Da qui all'eternitá"
dal film “Da qui all’eternitá”

Diario di un difensore dell’ordine giugno 2016

(il sesso in spiaggia di notte può costare caro!)

Questo mese è stato un maggio da manuale, con le giornate che si allargano e il cambio dell’ora iniziano le feste nei locali, le celebrazioni di anniversari e matrimoni si moltiplicano e anche i turisti passano più tempo in spiaggia. Tutto questo ovviamente offre anche più possibilità ai piccoli delinquenti per aumentare i propri guadagni, passando dagli scippi per le strade ai danni dei turisti maldestri a vere operazioni organizzate per sottrarre portafogli e orologi alle coppie di bagnanti impegnate in effusioni notturne sulla spiaggia. Di solito quando il sole scende sotto l’orizzonte ma i suoi raggi continuano a illuminare il cielo, gruppi di tre persone scendono alla spiaggia e si posizionano ad arte per tener controllata tutta la zona, uno di loro si apposta sugli scogli del frangiflutti simulando di pescare e da quella posizione privilegiata tiene controllate le coppiette, un altro si nasconde in qualche anfratto della parete rocciosa che delimita la spiaggia o si stende sul muretto che delimita la passeggiata e l’ultimo continua a camminare lungo la riva controllando quali oggetti di valore vengono lasciati incustoditi cosí da scegliere con cura le vittime. Quando arrivano degli innamorati e si mettono in spiaggia con gli asciugamani sulla sabbia, di solito lasciano che si facciano il bagno tranquilli ed escano ad asciugarsi, perché anche quando si è in acqua si controllano sempre gli oggetti lasciati a riva e quindi sarebbero facilmente identificabili gli autori oltre a poter rischiare colluttazioni. Quando l’ambiente inizia a scaldarsi e la coppia inizia con le effusioni reciproche il “pescatore” controlla che le vie di fuga siano libere e non si avvicini nessuno, a quel punto avvisa gli altri due che entrano in azione. Il complice sulla riva inizia a correre lentamente e si mette a fare esercizi da fermo in una zona sufficientemente vicina da poter intervenire prontamente, ma non troppo da dare fastidio alla coppia. Il terzo silenziosamente si avvicina da dietro e senza che gli sfortunati turisti si rendano conto gli sottrae tutti gli oggetti di valore e si dilegua.

Nel caso che possa essere scoperto, il secondo complice simula di aver assistito al furto e si avvicina alla zona e cerca di intavolare un colloquio con i malcapitati oppure corre dietro al ladro con le vittime fino a cadere rovinosamente a terra e obbligandole a fermarsi per assisterlo e in questo modo facendo perdere secondi preziosi. Questo fenomeno è piuttosto comune e non vengono mai rubati oggetti di grande valore così anche eventuali denunce non porterebbero a nulla, quindi consiglio a tutti la massima attenzione e tenete sempre in camera gli oggetti non necessari quando siete in cerca di emozioni notturne a due.