solleone

Quanto fa caldo alle Canarie?

di Ilaria Vitali

Le isole Canarie sono note per il loro clima eccezionalmente mite con temperature costiere che vanno dai 17 ai 21 gradi nei mesi di gennaio e febbraio e dai 23 ai 28 gradi a luglio, agosto e settembre.

Durante i mesi invernali le minime non scendono quasi mai al di sotto dei 10 gradi e in estate si possono rilevare picchi di calore soprattutto a Santa Cruz de Tenerife (38-40 gradi), per effetto dei venti provenienti dal deserto del Sahara (la calima), caratterizzati da aria secca e bollente talvolta piena di polvere e sabbia.

Nel corso della storia degli ultimi 40 anni le isole Canarie hanno sperimentato ben 35 ondate di caldo “anomalo”, la più cocente nel mese di agosto 1976 quando i termometri hanno subito un rialzo di 6,1 gradi sopra la norma per 14 giorni consecutivi.


A dispetto di quanto si possa pensare, una sola giornata di caldo eccezionale non è sufficiente per definire il fenomeno come “ondata di calore” che si configura invece quando per almeno 3 giorni consecutivi le temperature superano il 95° percentile delle massime registrate nella località per i mesi di luglio e agosto, comparando i dati che vanno dal 1971 al 2000.

Nel 1976 nelle isole Canarie si verificarono più fenomeni concomitanti: fu l’anno con il maggior numero di giorni definibili ondata di calore (25 in due episodi distinti) e con il periodo più lungo di ondata di calore mai riscontrato, 14 giorni dal 28 agosto al 10 settembre; in particolare a Santa Cruz de Tenerife si registrarono 2,3 gradi sopra la media stagionale.

Il giorno più caldo in assoluto venne registrato l’8 di agosto del 1976 a Tenerife con 40 gradi.

L’ultima ondata di calore delle Canarie si è verificata nel 2015 nel mese di maggio ma ancora prima il 2013 nei 4 giorni tra il 20 e il 23 agosto le temperature hanno superato le medie storiche di 2,4 gradi.

Altri episodi di calore anomalo persistente si sono avuti nel settembre del 1987, nell’agosto del 2009, nel giugno del 2012 ma il più grave in assoluto viene ricordato come quello del 2003, durato dal 30 luglio al 14 agosto e che provocò un totale di 141 decessi.

E questo 2016 cosa riserverà?

Secondo l’Agenzia Meteo di Stato il trend delle temperature in crescita registrato nel 2015 lascia presagire un’estate caliente!