Una sentenza conferma: il Governo ha affidato il Magma ad una Azienda priva dei requisiti

La Corte Suprema (TS) ha appena ratificato la sentenza della Corte Superiore del Tribunale di Giustizia di Canarias (TSJC), che aveva annullato l’appalto del 2009 relativo alla gestione del Palazzo dei congressi Magma nel sud di Tenerife, affidato a due società la cui azienda non operava nel settore della cultura.

L’ex Ministro del Turismo dell’esecutivo autonomo, Rita Martin, convocò un concorso vinto dall’agenzia di viaggi Alegranza SL e da Canary Island Auto (Cicar), che si unirono sotto il nome di Magma Canarie. Insoddisfatto del risultato di questo concorso un altro concorrente, Blu Eventi Marketing, ha deciso di citare l’antagonista ed ora finalmente è arrivata la sentenza che gli dà ragione.

Lo statuto del Magma impone infatti che si possano concedere appalti solo ad aziende operanti nel settore culturale.

Infatti, sia la Corte superiore di giustizia di Canarias (TSJC) in primo grado che ora la Suprema Corte, considerato che i vincitori dell’appalto per la gestione del Magma sono un’agenzia di viaggio ed un autonoleggio,  hanno sancito che non rispettano i requisiti richiesti dallo Statuto.