Mezza auto, mezza moto

Toyota i-Road, mezza auto e mezza moto è l’innovativo progetto elettrico proposto da Toyota per la mobilità urbana. Qual è il futuro dei veicoli per la mobilità urbana? Sta andando verso le due o le quattro ruote? Forse, guardando il Toyota i-Road, si può dire che sarà una via di mezzo, o meglio, travalicherà i confini tra auto e moto cui siamo abituati e metterà finalmente d’accordo gli utenti delle due e delle quattro ruote.

L’esigenza di muoversi agevolmente nel traffico senza rinunciare a comfort e sicurezza ha fatto nascere veicoli rivoluzionari come il Piaggio MP3 e poi il Quadro o il Peugeot Metropolis, in grado di incuriosire e farsi apprezzare dal pubblico automobilistico ma certamente più vicini a una moto che a un’auto.

Adesso Toyota i-Road: è lungo 2.3 m, alto 1.4 m e con un passo pari a 1.7 m; è largo 850 mm, e quindi in linea con i convenzionali mezzi a due ruote. L’i-Road, biposto con sistemazione 1+1, è dotato di trasmissione elettrica ed è equipaggiato con una batteria agli Ioni di Litio che fornisce energia ai due motori elettrici da 2 kW installati tra le due ruote anteriori.

Il segreto della sua stabilità (quando è fermo, sta in equilibrio da solo e non c’è quindi bisogno di poggiare i piedi per terra:) risiede nell’innovativa tecnologia “Active Lean”: una centralina ECU calcola l’inclinazione necessaria in base alla rotazione dello sterzo e alle informazioni relative al sensore di posizione e alla velocità del veicolo.

Così facendo, il sistema muove automaticamente le ruote in senso verticale e in direzioni opposte, applicando l’inclinazione necessaria da contrapporre alla forza centrifuga che viene a crearsi durante le curve. Da provare! Scendo dal vicino che magari si ricorda dello zucchero che gli ho prestato ieri e mi fa fare un giro…