foto da puertodelacruz.mobi

di Beatrice Vitti

Giovedì 5 gennaio Los Reyes Magos, come ogni anno, arrivano a Puerto de la Cruz, grande festa molto sentita dalla popolazione e soprattutto dai bambini. Dalle ore 19 con partenza dal Castillo San Felipe inizierà la “cavalcata” fino a Plaza de Europa, dove il Coro Infantile della British School Tenerife, diretto da Jessica Patterson, darà il benvenuto per il 2017 alle “Sue Maestà i Re Magi d’Oriente”. La processione, formata da circa 300 persone, che appunto parte dal Castillo San Felipe, dove ci saranno anche moltissimi bambini ad accogliere i Re, proseguirà per il Paseo Luis Lavaggi, Calle San Felipe, Plaza del Charco, Calle La Marina, Calle Santo Domingo fino ad arrivare alla Plaza de Europa, con la adorazione a Gesù Bambino, per finire con il saluto a tutta la piazza dal balcone del Palazzo Municipale.

In queste giornate di festa sicuramente l’arrivo dei Reyes Magos è quella più sentita dai bambini locali, un po’ come la nostra Befana, con la differenza che per  loro è la giornata dei doni, perché a Natale non ne ricevono (così vuole la tradizione).

Immancabile in questo giorno è anche il Roscon de Reyes, cos’è? Il tipico dolce che non può mancare nelle case il 6 gennaio: un dolce fatto di miele e frutta secca con all’interno un fagiolo (attenzione a non addentarlo), chi lo troverà sarà il “Re dei Re”. Si può senza dubbio dire che in Spagna durante il “dia de Reyes” non c’è una sola persona che non assaggi il Roscon de Reyes, per golosità, tradizione o per scaramanzia, sperando di sentirsi re o regina almeno per una volta.