Con me vive una carinissima “canice”, ossia una barboncina che accompagna il mio cammino da quasi nove anni. E’ una cagnolina fortunata, la sua coinquilina, che poi sarei io, che l’adora e che la ritiene la migliore amica le potesse mai capitare, ha cura di lei, nel pieno rispetto degli altri, cosa non sempre riscontrabile in tutti i proprietari di animali domestici. Credo di aver visto sull’isola fino ad ora soltanto un’altra persona come me, con la bottiglietta d’acqua da versare sulla pipi del suo cane, quando si cammina per strada, e pochi tengono tra le mani i sacchetti per raccogliere gli eventuali bisognini. Cosa pensa il Sindaco di Güimar, Carmen Luisa Castro? Un servizio di pulizia straordinaria con acqua a pressione e disinfettante per rimuovere dalle strade del suo comune escrementi e urina dei vari animaletti con padroni disattenti. Applausi a Donna Carmen, che  asserisce di avere a casa sua cani, gatti e pappagalli, quindi di essere in grado di riconoscere le loro esigenze e le nostre responsabilità. Sapevate che esiste una ordinanza comunale che vieta  di lasciare escrementi fecali di animali su strade e spazi pubblici? Quindi i proprietari degli stessi sono da ritenere consapevoli, oltre che disgustosamente incivili, per i danni arrecati al Comune. Vi sembra igienico e di buon gusto scambiare il suolo pubblico per una latrina? Altro punto a favore del Sindaco, la spiaggia di El Puertito, dove si possono portare gli animali domestici, e dove da lunedì u.s. ha avuto  inizio questa saggia e da prendere come esempio, pulizia urbana.

(di Danila Rocca)