Harold, la mascotte di Arona

di Bina Binella

Difficile che passi inosservato con i suoi 85 kg di peso sormontati da due grandi occhi chiari e un’immagine che può intimorire, a discapito di un carattere dolce e giocherellone: è Harold, il cane alano che risiede, con la sua amabile proprietaria, ad Arona.

Nel parco di Buzanada dove è solito passeggiare, questo gigante buono attira l’attenzione di grandi e piccini che, passato il primo momento di diffidenza, lo vogliono toccare e fotografare.

Harold, oltre che essere bello, è un cane fortunato, salvato da un canile in Inghilterra dopo che la sua attuale proprietaria lo aveva notato per le ignobili condizioni in cui era accudito.

Pesante la metà del peso attuale, Harold aveva un anno e mezzo quando Samantha decise di portarselo a casa e quando insieme alla sua famiglia progettò di trasferirsi ad Arona, a Tenerife, la donna affrontò con grande determinazione i problemi legati alla mole del nuovo arrivato, impossibile da trasportare su aereo e tanto meno in una normale auto.

Samantha comprò un mezzo più grande e iniziò il viaggio per terra e per mare con Harold, raggiungendo la Francia in nave, proseguendo fino a Huelva via terra, per imbarcarsi nuovamente per Tenerife, una settimana di avventura che ancora oggi racconta con orgoglio.


Harold a causa degli abusi subiti durante il suo confino nel canile britannico, ha impiegato diverso tempo prima di abituarsi ad uscire di casa e ad incontrare altri cani, nei confronti dei quali, così come per le persone, non ha mai un atteggiamento aggressivo.

Le sue passeggiate al parco di Buzanada sono brevi, 20 o 30 minuti, perché nonostante la mole, il cuore di Harold è piccolo e tende a stancarsi molto facilmente.

L’alano per natura ha infatti una vita mediamente più breve rispetto a qualsiasi altro cane della sua stessa taglia e può contare su 7/10 anni di esistenza.

Castrato in canile, Harold non potrà lasciare alcuna discendenza, con grande rammarico della sua proprietaria Samantha.

Il desiderio più grande della signora inglese ormai residente ad Arona, è di concedere un bagno nel mare ad Harold ma, in mancanza di spiagge che lo consentano, questo sarà destinato con ogni probabilità a rimanere un sogno.

Se vi capita di passeggiare nel parco di Buzanada, guardatevi in giro, magari quel gigante buono di Harold è nei pressi ad aspettare una carezza.