Abbiamo cercato un volo low cost e abbiamo scoperto che…

di Ugo Marchiotto

Si fa presto a dire viaggiamo low cost, tra il dire e il fare c’è di mezzo…un mare di possibilità (e di fregature).

Vittorio e Alice fanno 56 anni in due, amanti del surf e della vita da spiaggia, hanno scelto la prossima meta delle loro vacanze, Tenerife, e hanno disegnato un bel sole sul calendario dal 22 al 29 agosto.

La pazienza non è virtù comune ma la perseveranza necessaria alla ricerca della miglior soluzione possibile per godersi l’unica vacanza dell’anno senza essere spennati è di certo un’indispensabile qualità.

Vittorio lo prende come un gioco ma Alice con la puntigliosità che le appartiene si mette a tavolino e sbircia con occhio attento il web.


La costa che va da Los Cristianos a Las Americas è il loro obiettivo, disseminata da numerosi surf points dove far volare l’amata tavola.

Le dita scorrono veloci sulla tastiera, Alice apre più di un sito di prenotazione e scopre che:

  • Skyscanner offre un volo (interminabile) della Air Berlin di 11h e 15 minuti con scalo a Düsseldorf con partenza da Bologna e destinazione Tenerife Sur a 291 euro a testa, tasse incluse e un bagaglio di max 23 kg in stiva
  • Easyviaggio, stessa tratta, stessa compagnia aerea, sale a 309 euro e un bagaglio in stiva
  • Edreams si ferma su 300,91 euro ma include un bagaglio gratis

Fermi tutti: bagaglio gratis? ma non era sottinteso?

E qui cominciano i primi avvertimenti: non tutti i siti specificano i dettagli circa il bagaglio in stiva, almeno fino a prenotazione conclusa! Il che complica le cose, soprattutto se si viaggia con una tavola da surf al seguito oltre alla valigia.

Alice prosegue nella ricerca, vuole vederci chiaro:

  • Expedia ribatte con 307 euro e nessuna menzione sui bagagli. Alla voce informazioni sulle tariffe bagaglio appare una laconica scritta che informa che la compagnia aerea non ha fornito informazioni…
  • Travelgenio sbaraglia tutti, in negativo, con un bel 588 euro, stessa compagnia, stessa tratta, stesso scalo
  • Kayak: finalmente un po’ di chiarezza. Per 284 euro la stessa compagnia aerea vi porta da Bologna a Tenerife Sur purché non abbiate bagagli da imbarcare, caso in cui la cifra diventa 299 euro. Ma appare una chiara dicitura sotto al prezzo che complicherà maggiormente la ricerca di Alice: metodo di pagamento.

Secondo avvertimento: come pagate il volo? carta di credito? quale? Paypal? bonifico?

Come pistoleri del west, pensando “è fatta” si estrae la carta di credito e si procede alla prenotazione, senza minimamente immaginare che il costo del biglietto cambia!!!

Con Kayak se pagate con carta Visa non sarà addebitato alcun costo aggiuntivo, ma se malauguratamente decidete di sfruttare il vostro account Paypal la cifra lieviterà da 284 euro (senza bagaglio, ricordiamoci bene) a 299; più discrete Master e American Express che trasformano il costo in 297 euro.

La maggiorazione dei costi relativi al metodo di pagamento si ripercuote ovviamente sul costo dei bagagli, quindi immaginando di acquistare quel volo, a quella tariffa iniziale e di pagarlo con Paypal includendo 2 bagagli da imbarcare (valigia + tavola) ecco che troviamo la spaventosa cifra di 575 euro a testa.

Che fare?

La prenotazione di un volo richiede un ampio tavolo di lavoro, grandi fogli da riempire con tutte le possibilità (numero di bagagli, metodo di pagamento, bagaglio a mano, relativi pesi e misure) e forse un matematico che individui l’algoritmo perfetto per combinare tutto insieme ed estrarre il prezzo giusto.

Chi di voi è in grado di acquistare con la matematica certezza (è il caso di dirlo) che quello che andrete a individuare sarà veramente il prezzo più low cost del web?

Alice e Vittorio stringeranno pochi abiti in un solo bagaglio (del resto la vita da spiaggia poco richiede), daranno priorità alle tavole da surf (rimuginando fino all’ultimo se portarle o noleggiarle in loco) e si butteranno con il fiato sospeso sul tasto “acquista”, sperando di non incorrere in nuove e drammatiche sorprese.

(P.S. le cifre ovviamente saranno diverse, perché in perenne mutamento dovuto a vari fattori, ma comunque crediamo di aver reso l’idea. La NOSTRA compagnia aerea preferita è Ryanair, incomprensibilmente odiata da tanti connazionali, forse anche a causa della pubblicità negativa che spesso appare qui e là sui media… Invidia?)