A che velocità scattano gli autovelox in Spagna

 di Danila Rocca

Dopo numerosi dubbi e fraintendimenti, finalmente svelata la velocità che fa scattare i radar degli autovelox presenti su territorio spagnolo e conseguentemente la sanzione.

Facendo seguito infatti alle polemiche circa il margine di errore con cui venivano talvolta registrate le velocità effettuate, la Guardia civil ha comunicato ufficialmente che gli autovelox in Spagna scattano quando si superano di 7 km i limiti dai 50 ai 100 km orari, il che significa che se si percorre un tratto di strada dove è segnalato il limite dei 50 e si effettuano i 58, con tutta probabilità verrà comminata una sanzione per superamento della velocità consentita.

Dai 100 km orari in poi non esisterà un numero fisso bensì verrà applicata la percentuale del 7%, vale a dire che l’autovelox scatterà al superamento dei 107 km orari ove vige il limite dei 100.

Riguardo alle autostrade nazionali, dove la velocità massima consentita è quella dei 120 km orari, il principio sarà uguale: la multa sarà prevista al superamento dei 128,4 km orari.


Tutto chiaro?

In realtà questa comunicazione ufficiale riguarda solo le autostrade, le superstrade e le strade provinciali, perché per quanto riguarda i singoli comuni e quindi le strade di loro pertinenza, non è stato specificato se verranno ritenuti validi gli stessi criteri e se quindi gli autovelox di proprietà comunale siano regolati sugli stessi parametri.

Si potrebbe quindi verificare l’assurda situazione in cui a parità di limite consentito e velocità effettuata, su una strada provinciale non si prenda la multa mentre su strada facente parte di territorio comunale oltre alla multa si possano perdere anche dei punti sulla patente.

Che dire, l’unica certezza è quella di attenersi scrupolosamente ai limiti indicati dalla segnaletica per evitare discussioni e spiacevoli sanzioni, spesso piuttosto consistenti.