San Juan de la Rambla, un bel progetto per la terza età

di Franco Leonardi

San Juan de la Rambla è una piccola località della costa settentrionale di Tenerife immersa nel verde e affacciata sul mare, che possiede uno dei centri storici più caratteristici dell’isola, dichiarato “Bene di interesse culturale” dall’Assessorato all’Educazione già nel 1993.

Il Programa de Dinamización Sociocultural e Intervención Social Ansina, a cura del Cabildo di Tenerife, ha tra le sue attività principali quella relativa al progetto “Nuestros guías, los mayores”, una proposta che riunisce 80 volontari appartenenti alla terza età che mettono a disposizione la loro conoscenza sui diversi angoli della città a tutto beneficio di altri anziani che intendono scoprire da vicino, in questo caso, le meraviglie di San Juan de la Rambla.

Sfruttando infatti la storia e le tradizioni delle diverse cittadine di Tenerife, patrimonio culturale di appannaggio degli anziani abitanti, si intendono rafforzare le relazioni sociali tra coloro che generalmente vengono esclusi dal godimento delle opere appartenenti ai beni culturali.

Questo progetto, in stretta collaborazione con le principali associazioni di anziani e i comuni di Tenerife, ha per obiettivo la condivisione di esperienze preziose e aneddoti personali.


Coloro che vogliono partecipare a questo progetto, attivo dal 2011, non devono possedere alcuna formazione specifica ma solo il desiderio di mettere a disposizione il proprio tempo e le proprie conoscenze; è per questo che vi aderiscono persone di diversa appartenenza professionale, come agricoltori, amministratori, insegnanti e perfino casalinghe, di un’età compresa tra i 65 e i 75 anni.

Il successo dell’iniziativa è dimostrato dall’aumento di almeno una trentina di volontari in tutto il 2016 e di coloro che hanno consolidato la loro partecipazione fin dal 2011, quando il progetto partì con una dozzina di persone.

Tra i luoghi di indiscutibile bellezza che gli inusuali ciceroni mostrano ai visitatori vi sono stati i comuni di Garachico, Los Silos, Buenavista del Norte, Vilaflor, Granadilla de Abona, El Sauzal, Taganana ad Anaga, fino ad arrivare a San Juan de la Rambla, Icod de los Vinos e Güímar, mentre nel mese di aprile del 2016 si è iniziato a pubblicizzare il borgo rurale di Icod del Alto nel municipio di Los Realejos.