Anche i nostri cani possono avere un colpo di calore!

Il “Colpo di Calore” nel cane si verifica quando i meccanismi naturali di termoregolazione non funzionano, ed è caratterizzato da una disfunzione del sistema nervoso centrale con una ipertermia apirogena (non febbre).

Fattori predisponenti possono essere l’eccessiva esposizione al calore, uno sforzo intenso (corsa e giochi) in climi caldi e umidi, cani con difficoltà di respirazione per conformazione fisica o patologia, che quindi possono andare in affanno per l’aumentato bisogno di respirare velocemente, sistema fondamentale per i cani di abbassare la temperatura corporea, non avendo loro un sistema di sudorazione.

I cani brachicefali, cioè quei gruppi di razze di varie taglie con una particolare conformazione del cranio, come i Bulldog e i Carlini, i cani in sovrappeso o addirittura obesi, i cani molto anziani, quelli che soffrono di diabete e le grandi razze sono  i più predisposti al “Colpo di Calore”

I sintomi visibili inizialmente sono l’ansimare eccessivo, la salivazione abbondante, la debolezza, l’ipertermia (sopra i 40,5°C), la congestione delle mucose (sia occhi che gengive di colore rosso intenso), il polso debole, i tremori muscolari, il vomito, la diarrea, l’atassia (cioè la difficoltà di sincronia muscolare), la perdita di coscienza e nei casi più gravi anche le convulsioni.

Bisogna immediatamente portare il nostro cane da un veterinario e se possibile immergerlo immediatamente nell’acqua fredda.

Alcuni consigli pratici per evitare e ridurre al minimo i rischi sono:


Non uscire a camminare nelle ore più calde della giornata.

Verificare che il cane abbia a disposizione acqua fresca e pulita in ogni momento.

Se notate che il vostro cane è troppo caldo ed ansima a dismisura o fatica nei movimenti, lo si può rinfrescare con acqua fredda sul collo, la testa e il corpo.

E’ possibile nelle razze a pelo molto lungo accorciarlo sufficientemente almeno nei periodi estivi o di maggior calore.

Evitare di lasciare il cane in macchina per lunghi periodi e, se proprio necessario, lasciare i finestrini leggermente abbassati ed assicurarsi che la vettura non sia al sole, e soprattutto lasciare in macchina una ciotola d’acqua, ricordandosi che il 50% dei casi di “Colpo di Calore” nei cani avviene proprio lasciandoli in macchina con alte temperature esterne!

Dr. Antonio Lima Martín

[email protected]