immagine da eldiario.es

di Mery Coverano

Arte urbana, è con questa nuova attrazione che Puerto de la Cruz, con un già ampio ventaglio di proposte dedicate al turismo, tra le quali  la gastronomia, il clima, l’identità marinara, il patrimonio culturale storico e popolare, che hanno decretato il successo di una delle destinazioni d’eccellenza dell’arcipelago, intende rilanciare la stagione turistica.

Una vera e propria scommessa per rafforzare l’immagine di Puerto e ben illustrata durante la fiera internazionale del turismo FITUR, dove la città ha partecipato con un murales di 12 metri quadrati raffigurante il Lago Martiánez insieme al madrileno Lago del Retiro.

Alfonso Bravo, fotografo di chiara fama, e l’artista grafico Yoyo sono gli artefici di un murale che, attraverso due luoghi emblematici, hanno voluto dare risalto a questa nuova promozione turistica dallo slogan “Puerto de la Cruz, Parte de ti”.

La campagna promozionale ha già raccolto un successo significativo grazie all’impatto sui media nazionali come TVE, Canal 24 horas, La Vanguardia ma anche TVC, Mírame TV, Día Tv.

La stessa stampa digitale ha messo in evidenza il nuovo progetto di arte urbana di Puerto de la Cruz, apparso su Canarias 7, El Día, La Opinión, Diario de Turismo y Viaje, Tribuna de Actualitad, El Diario, Canariasdiario, Fianzas, Tagoror y Crónicas del Norte e perfino le radio non hanno mancato di parlarne attraverso le emittenti più conosciute come La Cope, Cadena Ser, Radio Nacional, Onda Cero, Gente Radio e Radio Realejos.


Puerto Street Art del resto è dall’anno 2014 un riferimento per l’arte urbana a Puerto de la Cruz come nuova forma di turismo che si pone come collegamento tra la città e i suoi abitanti con i turisti, un’alternativa eccellente per dare modo di conoscere una destinazione da un’altra prospettiva.

E per il responsabile dell’Area del Turismo Dimple Melwani, l’unione tra Arte e Turismo è imprescindibile e rappresenta un’attrattiva di forte impatto sui visitatori.

Puerto de la Cruz, con la scommessa sull’arte urbana, sta diventando un caso di successo della riqualifica e riconversione di una meta turistica già consolidata ma aperta a nuove esperienze, grazie al lavoro congiunto delle amministrazioni pubbliche e del settore privato.

A decretare il successo dell’iniziativa, parlano i numeri con dati che non solo rivelano che il numero dei visitatori di novembre è cresciuto del 15,5% rispetto al mese dell’anno precedente, ma che registrano altresì un aumento di notti di soggiorno con 7,29 giorni, raggiungendo la media insulare che è di 7,55.