Parliamo di assicurazione.

Le assicurazioni possono farsi carico o no del sinistro se non figuriamo come titolari.

Se non figuriamo come guidatori abituali oppure occasionali possono capitare varie circostanze.

Guidare senza assicurazione, oltre ad essere illegale, ci può portare conseguenze sgradevoli nel caso si faccia un sinistro. Però anche nel caso in cui il veicolo sia assicurato, può accadere che il guidatore non figuri sul documento di polizza. Cosa può succedere in questo tipo di situazioni?

Se siamo i titolari non abbiamo alcun tipo di problema, la compagnia assicurativa si farà carico della situazione in virtù del tipo di polizza e delle condizioni che abbiamo contrattato. Se accade che non figuriamo come guidatori abituali oppure occasionali, possono capitare varie circostanze.

In primo luogo, può capitare che l’assicurazione si rifiuti di sostenere i costi causati. Se si tratta di un guidatore minore di 25 anni, è solito che la compagnia si faccia carico delle riparazioni corrispondenti, anche se poi reclamerà il denaro al titolare dell’assicurazione, normalmente per via legale.


Se abbiamo più di 25 anni, è normale che l’assicurazione assuma il costo del sinistro, però quando bisogna rinnovare la polizza è più che probabile che applichi un significativo incremento del prezzo o, direttamente, decida di non rinnovare l’assicurazione o la rescinda in maniera immediata. Quest’ultimo caso può accadere se l’incidente è stato grave.

Per questo, se usiamo in modo abituale un veicolo che non è il nostro, la cosa più conveniente è che nell’assicurazione risultiamo come guidatori abituali o occasionali per risparmiarci un brutto momento.

(dalla Redazione)