Un portale creato dal Gobierno de Canarias in aiuto a produttori e professionisti del cinema

Il Gobierno de Canarias ha voluto realizzare un portale, già funzionante (canaryislandsfilm.com), per raccogliere diversi dati utili a produttori e professionisti del cinema.

Le ragioni di questa singolare iniziativa prendono vita dal fatto che il cinema, nelle isole, sta vivendo un momento di particolare boom economico che ha permesso nel 2015 l’assunzione di 900 persone provenienti da squadre di tecnici e artisti.

Il portale include informazioni fornite dai 7 comuni, dal Gobierno de Canarias, dalla Zona Special Canaria e dal settore privato, con un elenco completo delle imprese e dei professionisti che offrono servizi ai produttori cinematografici.

Canary Islands Films, un marchio identificativo

Il Ministro del Turismo e della Cultura del Gobierno, Maria Teresa Lorenzo, ha sottolineato che l’unificazione di tutte le informazioni sotto il marchio Canary Islands Films non solo faciliterà l’identificazione di tutto l’arcipelago come meta per le riprese, ma promuoverà soprattutto il territorio e il talento professionale locale.


Nel 2016 sono state realizzate nelle isole 22 produzioni audiovisive,delle quali 14 erano lungometraggi, 5 documentari e 3 serie televisive.

Dodici di queste produzioni hanno richiesto il certificato di Obra Audiovisual Canaria che permette di beneficiare di incentivi fiscali nell’imposta delle società.

In termini di denaro, le 12 produzioni hanno speso 8,9 milioni di euro e contrattato 900 assunzioni, quando le altre produzioni straniere che non avevano richiesto la certificazione si erano ritrovate a spendere 14 milioni di euro e 1.100 assunzioni aggiuntive.

Negli ultimi tempi le richieste di certificazione per i vantaggi fiscali sono in crescita, unitamente all’aumento delle produzioni.

Come afferma il capo del dipartimento Audiovisual de Canarias Cultura en Red, Natacha Mora, il nuovo portale renderà più facile ai produttori accedere a tutte le informazioni sugli incentivi fiscali, sull’ottenimento di permessi, sulla varietà di servizi a disposizione.

Un’unica risorsa che consentirà lo sviluppo del settore per la produzione di audiovisivi che avranno, come ambientazione, il bellissimo arcipelago.

(di Ilaria Vitali)