Caffè, una fetta di torta e un buon libro alla Cafebrería, il nuovo locale nel centro di La Orotava.

La Cafebrería è un luogo accogliente e rilassante dove godersi una profumata tazza di caffè in compagnia di un buon libro.

Situata in calle Tomás Calamita, in pieno centro di La Orotava, la Cafebrería Tifinagh rappresenta un diverso spazio di incontro sociale e culturale dove i sapori e le lettere si mescolano amabilmente.

Fondato da Jessica Perez, José Miguel Martin e Juanjo Diaz, tre giovani dotati di spirito di intraprendenza e idee chiare, questo locale inusuale offre una varietà di letture per tutti i gusti, dolci invitanti e una gamma curiosa di caffè, oltre a vini, birre, tè e infusi.

Dinamico, eccentrico, vitale, il locale è anche biblioteca, vendita di fumetti e libri di seconda mano, negozio di prodotti equo-solidali, palcoscenico per autori che desiderano presentare le proprie opere ma soprattutto è il luogo dove parlarsi, confrontarsi e dibattere, magari sorseggiando un caffè Frida Kalho, arricchito da scaglie di cioccolato e gocce di Nutella, o un Umberto Eco, a base di crema di caffè e polvere di cacao.

La Cafebrería è stata inaugurata il 4 gennaio 2016, una data che difficilmente i 3 ragazzi protagonisti ricorderanno con piacere, viste le non piccole difficoltà riscontrate agli inizi ma superate in seguito grazie al significativo sostegno di diversi gruppi sociali che hanno voluto credere nel progetto innovativo.


Il locale è a tutti gli effetti la prima cooperativa di Tenerife finanziata da Coop 57, una realtà di servizi che nacque in Cataluña e che destina le proprie risorse a prestiti per progetti di economia sociale che promuovano l’occupazione, la sostenibilità, il cooperativismo sulla base di principi etici e di solidarietà.

Una soluzione vincente, afferma Jessica Perez, che ha permesso di evitare il circuito soffocante delle banche pur ottenendo i finanziamenti per portare avanti la Cafebrería.

E del resto Coop 57 si augura che questo piccolo grande locale sia il seme che faccia fiorire molte altre realtà simili nell’Arcipelago delle Canarie che diano opportunità alle nuove generazioni di realizzare progetti sostenibili e dal prezioso valore socio-culturale.

di Ilaria Vitali