Oggi non è il giorno ideale per i trafficanti di notizie, che possono sembrare inventate in occasione della nota ricorrenza. Sembra però che non sia neppure il giorno ideale per i trafficanti di qualcos’altro, Almeno qui sull’isola. Apprendiamo da una notizia di stampa nazionale che un’operazione congiunta condotta dai carabinieri dei Nuclei investigativi di Roma e Frascati e dalla Guardia Civil spagnola ha portato all’arresto qui a Tenerife di un certo L. M., di origini romane, 64 anni, su cui già pendeva una condanna a 18 anni di reclusione per traffico di stupefacenti con l’aggravante dell’associazione per delinquere.

L’uomo si è sottratto dal 2014 alle misure cautelari che lo riguardavano, trasferendosi a Tenerife dove sembra che gestisse, probabilmente attraverso prestanome, un famoso ristorante italiano in Costa Adeje. L’utilizzo di documenti falsificati non ha ingannato i carabinieri che hanno proceduto all’arresto insieme agli operativi della Guardia Civil spagnola.