Come destreggiarsi per l’immatricolazione dell’auto e la Patente europea

Due argomenti clou per gli expat: immatricolazione auto e patente europea.

Volete trasferirvi a Tenerife? Ottima scelta! E siete troppo affezionati alla Vostra auto per separarvene? Nessun problema!

Però è bene conoscere alcune normative a riguardo… Dal primo giorno in cui il vostro veicolo è sull’isola avete 6 mesi di tempo per regolarizzarne la documentazione, ovvero effettuare una nuova immatricolazione e ottenere quindi delle nuove targhe.

Vediamone i passi principali. Innanzitutto il veicolo deve essere sottoposto alla verifica (sarà poi periodica) dell’ITV, che rilascerà un documento attestante l’idoneità del mezzo a circolare (costo € 30/50 a seconda del veicolo).

Sull’isola sono presenti diversi centri ITV principali (Adeje, Las Chafiras, Arafo… tel. unico 902932800), è sufficiente presentarsi e richiedere un appuntamento come “nuova immatricolazione-veicolo importato”.

Vi sarà richiesto, inoltre, di contattare un ingegnere che avrà il compito di redigere una “ficha reducida” (scheda tecnica) del mezzo. In tutti i centri è presente un elenco di studi che offrono questo servizio, gestibile, nella maggior parte dei casi, via mail (i vari studi sono situati al nord) e il costo è di circa € 100.00.


Una volta ottenuta la scheda tecnica dall’ingegnere e l’esito favorevole dell’ITV (in caso di parere negativo è sufficiente provvedere alle sistemazioni richieste e prendere un nuovo appuntamento, senza dover attendere molto in quanto è già presente una pratica), dovete recarvi alla “Jefatura de Trafico” Calle Tomé Cano, 36 (Santa Cruz de Tenerife) tel. 922 203 043 e presentare la documentazione del veicolo unita al parere favorevole dell’ITV. L’imposta che vi verrà chiesta sarà calcolata sulla base di diversi dati, l’anzianità e il valore di mercato del veicolo, la categoria in materia di inquinamento ecc.

Un esempio: per un’autovettura VW Passat del 2007 l’imposta pagata è stata di circa € 350.00. Un veicolo più datato (e quindi più inquinante) pagherà ovviamente di più, così come un veicolo più moderno ma più prestigioso. Una volta pagate le imposte, nel giro di qualche settimana, la vostra documentazione sarà pronta, insieme alle nuove targhe.

Inoltre, se per caso il termine dei 6 mesi fosse in scadenza, potete anche richiedere delle targhe provvisorie (valide 2 mesi, € 60.00 circa). Risulta ovvia la poca convenienza a portare sull’isola una vettura piuttosto anziana in quanto la nuova immatricolazione potrebbe risultare costosa e venderla con le targhe italiane molto difficile per lo stesso motivo.

La vostra patente, invece, non ha bisogno di essere sostituita, ma solo di essere registrata negli stessi uffici del Traffico, questa operazione consente ai Pubblici Ufficiali locali di verificarne sempre la validità e la regolarità, cosa che potrebbe tornarvi utile nel caso in cui veniste fermati ad un controllo e ne foste momentaneamente sprovvisti! E’ comunque possibile ottenere una nuova card al costo di € 27.10 (Sempre negli uffici del Traffico di Santa Cruz) che manterrà le stesse caratteristiche della precedente, categoria, scadenza, punti…

Se non avete il tempo (o la voglia) di tutta questa burocrazia potete effettuare tutte le operazioni con un tramite, pubblico come un’agenzia o privato (il classico amico)… Il consiglio è: molta attenzione! In entrambe i casi le cifre che dovete pagare sono conteggi ufficiali del DGT (Direciòn General de Trafico) o organi correlati all’operazione (Imposte Doganali ecc.) e quindi sempre comprovate da documentazione, fatto salvo il compenso del tramite che è bene concordare chiaramente all’inizio dell’iter.

Marco Spiaggi