I luoghi del mistero a Tenerife (prima parte)

Ogni luogo nel mondo porta con sé inesplicabili misteri, la cui origine non solo si perde nella notte dei tempi e viene tramandata dalla tradizione popolare, ma che spesso nascondono fatti la cui veridicità è difficilmente dimostrabile ed è così che un mistero, per sua natura, si riveste di fascino e curiosità.

Alla luce di numerosi fenomeni accaduti nell’Arcipelago delle Canarie e della peculiare geografia dell’isola di Tenerife, dopo quasi tre decenni di leggende e storie che si sono tramandate oralmente, è stato possibile fare una sorta di inventario dei luoghi del mistero più conturbanti di Tenerife.

Come il Barranco de Badajoz, a Güímar, che ha meritato un primo posto come luogo del mistero per eccellenza tra tutti quelli presenti nell’arcipelago; la storia del Barranco de Badajoz inizia alla fine degli anni 80 con l’interpretazione della Virgen de Candelaria come elemento facente parte della storia dei Templari o, secondo alcuni teorici, come antico oggetto di venerazione da parte della cultura guanche.

Il barranco, vero e proprio museo dell’acqua e prezioso enclave ambientale, racchiude storie piuttosto nebulose e altrettanto affascinanti, come la leggenda della giovane delle pere, secondo la quale una fanciulla uscita di casa per raccogliere i frutti fece ritorno dopo 20 anni, inspiegabilmente uguale al momento della scomparsa e come se non fosse trascorso così tanto tempo, o quella dei fantomatici incontri con esseri di luce, la cui presenza veniva annunciata da un misterioso battito d’ali.

Molto del fascino e del mistero è stato accresciuto da esagerazioni, mitizzazioni e una sana suggestione popolare ma di certo il Barranco de Badajoz rimane uno dei luoghi più vibranti di Tenerife.

Casa Lercaro non è da meno in quanto a mistero, situata a La Laguna è tutt’ora oggetto di numerosi studi a causa della presunta presenza del fantasma di Catalina Lercaro, giovane donna suicida nel giorno delle proprie nozze con un uomo molto più grande di lei, ma scelto dalla famiglia per il suo lignaggio.


Pare che ancora oggi nella casa si verifichino fenomeni paranormali quali alterazioni di luci e apparecchiature elettriche, sbalzi improvvisi di temperatura, profumi insoliti, spostamento inspiegabile di mobili e oggetti, ombre misteriose e percezione di strane presenza.

Vero o falso che sia, Casa Lercaro è stata più volte visitata da studiosi attendibili che non hanno che confermato la presenza di qualcosa di inspiegabile.

La Fonte di Pedro invece è nota come luogo in cui si sarebbe verificato l’unico caso dell’arcipelago di apparizione mariana degli ultimi tempi, per la precisione il 6 giugno del 1992 quando si verificò la materializzazione di figure luminose femminili, fermate su fotografie che risultarono anomale rispetto ai normali fotogrammi.

Non poteva mancare nella lista dei luoghi del mistero, una località scelta dagli UFO per fare un’apparizione; siamo a metà degli anni 70 e a Montaña Roja (El Médano, Granadilla) molti esperti e amanti del genere furono in grado di fotografare e registrare presenze riconducibili ad entità extraterrestri.

La diceria popolare afferma che malgrado le prove e la costanza degli studiosi, artefice delle apparizioni poteva essere un giovane pastore locale che, dall’interno di una grotta, si divertiva con giochi di lanterne a beffare la vista di coloro che si trovavano nei pressi nella speranza di incontrare un alieno.

Esiste poi una chiesa parrocchiale, La Concepción a La Orotava, dove gli studiosi si sono soffermati più volte nel corso del tempo a causa di un’inspiegabile energia percepibile e derivante dalla particolare architettura dell’edificio che, attraverso il simbolismo delle sue colonne, ha fatto pensare a La Concepción come ad un luogo tutt’altro che cristiano.

La rappresentazione religiosa della Trinità qui è invertita e i doccioni posizionati all’esterno ricordano più gli idoli pagani evocatori di fertilità che figure legate al cristianesimo.

Si narra che nella prima metà del secolo XX le famiglie dei pastori che vivevano nei pressi della chiesa, assistettero a diversi fenomeni inspiegabili quali apparizioni di esseri fluttuanti tra i pini, pioggia di pietre dorate, levitazione di oggetti e cibo che cadeva dai piatti nel tragitto dalla cucina alla tavola.

Suggestione o oscure presenze?

di Ilaria Vitali