Investire alle Isole Canarie

Foto di Cristiano Collina

Le Isole Canarie in quanto territorio spagnolo godono a tutti gli effetti i benefici di essere nell’Unione Europea. Oltre a questo, in quanto regione ultra periferica beneficiano di un regime fiscale ridotto rispetto alla Spagna e molti altri stati europei

L’arcipelago canario ha sempre goduto di un sistema fiscale più vantaggioso rispetto alla penisola.

Il meccanismo fiscale canario permette alle piccole realtà imprenditoriali la facoltà di poter reinvestire la maggior parte di quanto si dovrebbe versare all’Agenzia delle Entrate; sino ad arrivare ad una tassazione  pari al solo 4% per i progetti imprenditoriali più importanti.

ASSOLUTAMENTE le migliori condizioni a livello europeo.

L’IGIC, praticamente la nostra IVA, è pari al 7%.

Le Isole Canarie sono integrate nel territorio doganale europeo pur non dovendo sottostare all’applicazione dell’IVA né di altre tasse europee.


REF: regime economico e fiscale il REF canario contiene una serie di incentivi e deduzioni fiscali relativi alla creazione e sviluppo delle attività impresariali:

– esenzione della tassa sui trasferimenti patrimoniali e atti giuridici documentati  ITP, AJD

– esenzione in specifici casi del IGIC (IVA) per l’acquisto di beni di investimento

Se l’investitore compra un locale per esercitare la propria attività in un area di declino (Tenerife sur, Puerto de la Cruz) risparmierà il 6,5% della compravendita.

RIC: (reserva para inversiones en Canarias) riduzione sulla base imponibile delle imposte sulle società fino al 90% degli utili non distribuiti destinato all’acquisto di beni in Canaria.

DIC: deduzioni per investimenti alle Canarie

Per maggiori informazioni sulle deduzioni per l’acquisizione di beni immobili per investire nelle isole Canarie contattateci.    

www.asesoriaafecoperera.es – tel 0034 642574179