Come prendere il sole senza rischi

Breve promemoria per come stare al sole, come preparare e mantenere la nostra pelle durante le esposizioni ai raggi solari; vi ricordiamo che nelle Isole Canarie i raggi solari sono particolarmente forti e quindi pericolosi per tutti (non solo i bambini). In questi ultimi anni si è registrato nell’arcipelago il più alto tasso di tumori della pelle (melanomi) di tutta la Spagna. Allora prendiamo delle precauzioni per la nostra salute e soprattutto per quella dei nostri bambini.

  1. Non usiamo prodotti con alcool, come i profumi, prima di esporsi al sole;
  2. Esponiamoci al sole senza trucco o maquillage sulla pelle;
  3. Usare sempre creme ad alta protezione solare, anche se non si va in spiaggia, ma solo si passeggia. Minimo FPS 30 fino al FPS 50;
  4. Applicare la crema a protezione solare almeno un 20/30 minuti prima di esporsi al sole perché la pelle possa assorbirla omogeneamente;
  5. Ripetere l’applicazione della crema solare protettiva se si suda molto o se si fa il bagno (anche con i prodotti water proof o water resistent);
  6. Le prime volte che ci si espone al sole meglio farlo per gradi: 15/20 minuti il primo giorno, 30 il secondo e comunque mai più di due ore consecutive;
  7. Evitare di esporsi nelle ore più calde, tra le 11 e le 16;
  8. Una buona crema idratante dopo ogni esposizione al sole e dopo una doccia tiepida è il toccasana per la nostra pelle;
  9. Se si fa il bagno in piscina, dove c’è cloro nell’acqua, bisogna sciacquarsi molto bene prima di esporsi al sole, il cloro rende ancora più delicata la nostra pelle e la disidrata molto;
  10. Ricordarsi che tutte le creme solari hanno durata molto breve, soprattutto se si scaldano molto, quindi finite le vacanze buttatele via per ricomprarle la volta successiva, possono perdere il loro valore protettivo.

Ricordiamoci che i raggi UVA penetrano nel tessuto più profondo della nostra pelle e sono i responsabili dell’invecchiamento precoce e dell’aumento del rischi di melanomi.

I raggi UVB penetrano nello strato più superficiale della nostra epidermide e sono quelli che provocano scottature solari e hanno un effetto diretto a rischio melanoma.

D.ssa Maria Lusi