Un gioco di fantasia… per ridere

Incredibile sorpresa! Marine Le Pen vince le presidenziali francesi con il 50,8% dei voti contro il 49.2 di Macron.

Imponenti cortei di protesta paralizzano la Francia. A Parigi sfilano in 100.000.

La Commissione Europea, riunita d’urgenza emette un comunicato in cui si afferma che il grande processo di unificazione del continente non può essere messo in crisi da un voto dettato dalla paura e dai pregiudizi razziali.

Eminenti statistici annunciano che hanno votato per la Le Pen le persone prive di titoli di studio, che vivono in piccoli centri, non più giovani.

Beppe Grillo chiede che gli ultra sessantenni siano privati del diritto di voto.

La comunità islamica francese emette un comunicato in cui si afferma: ”Se ora l’ISIS reagirà con attentati sappiamo di chi è la colpa”.


Intervenendo ad una trasmissione televisiva Roberto Saviano ricorda che “anche Hitler è arrivato al potere con le elezioni”.

Uno spettatore chiede la parola. “Ma…” dice esitante, “voi volete evitare che qualcuno usi la democrazia per abolirla… abolendo la democrazia?”.

Gelo in studio. Alfano si aggiusta la cravatta, Lilli Gruber si passa una mano sulla rossa chioma, Bruno Vespa saltella.

Interviene di nuovo Saviano. “Chi fa simili sofismi” urla indignato, la voce rotta dall’emozione, “dimostra di essere schiavo dei peggiori pregiudizi populisti”. Ovazione.

Mario Monti afferma in un’intervista che non si possono delegare i destini dell’Europa ad altalenanti risultati elettorali.

“Il fatto quotidiano” titola a piena pagina: “L’esito delle elezioni in Francia è stato determinato da operazioni di hackeraggio”. Sottotitolo: “E’ molto probabile che il voto venga annullato”.

La procura di Milano apre una inchiesta sull’hackeraggio che ha stravolto l’esito del voto in Francia. Anche i magistrati francesi indagano.

Macron chiede il riconteggio dei voti, ma l’esito non cambia, anzi, la percentuale della Le Pen sale dal 50,8 al 50,9.

Renzi afferma che non si possono affidare i destini del mondo agli zero virgola.

Un comitato di parigini democratici raccoglie firme su una petizione in cui si chiede che le elezioni vengano rifatte.

Susanna Camusso chiede ai sindacati francesi di organizzare uno sciopero generale contro l’elezione di Marine Le Pen. I sindacati francesi rispondono picche. La signora Camusso dichiara: “questa è la prova definitiva della deriva populista e razzista del sindacalismo d’oltralpe”.

Gli organizzatori del prossimo festival di Cannes annunciano che sono in concorso film di denuncia del razzismo anti islamico della signora Le Pen.

Nel campionato di calcio francese i giocatori scendono in campo con una fascia nera al braccio in segno di lutto.

Continua…

Su, è solo un gioco di fantasia… per ridere!

di Giovanni Bernardini