Specie invasive a Tenerife, si lavora per prevenzione e pianificazione

Al fine di garantire l’ambiente naturale di Tenerife e di tutelarne la unicità, la Real Sociedad Económica del País di Tenerife ha riunito un gruppo di esperti per analizzare l’impatto delle specie invasive sul patrimonio naturale canario.

Beatriz Fariña Trujillo, biologa della società a partecipazione pubblica GESPLAN (Gestión y Planeamiento Territorial y Medioambiental), ha ben evidenziato come le specie invasive rappresentino una delle più grandi minacce alla biodiversità delle isole dell’Arcipelago.

A causa di un elevato permissivismo che ha consentito l’ingresso di numerose specie esotiche nelle isole, sia di flora che di fauna, attualmente nell’Arcipelago si è rilevata una enorme presenza di specie cosiddette aliene che occupano le aree naturali minacciando le specie autoctone.

Nel corso del seminario è stata sottolineata a più riprese l’importanza della prevenzione come migliore soluzione contro il fenomeno, posto che porre rimedio alle specie già esistenti risulterebbe troppo oneroso in termini puramente economici.

La prevenzione dovrebbe basarsi sulla creazione di sistemi di allarme per la rilevazione di specie esotiche in ingresso, da attuarsi preferibilmente dove il traffico di persone e merci è più significativo come porti doganali e aeroporti.

José Alberto Delgado Bello, segretario della Associazione dei Biologi delle Isole Canarie, a questo proposito ha aggiunto che la lotta contro le specie aliene deve avere continuità nel tempo a causa delle dimensioni del problema e che quindi i fondi pubblici annuali per sostenere la ricerca scientifica devono avere carattere di priorità.


E tra le priorità Delgado Bello individua tre punti fondamentali oltre a quello relativo ai finanziamenti, vale a dire la sensibilizzazione della cittadinanza verso le ONG, la pianificazione del territorio con regole comprensibili a tutti e la necessità di approvare un piano di gestione delle risorse naturali che individui principalmente quali siano queste risorse.

L’importante seminario, fortemente voluto dalla Commissione di Scienze, Tecnologia, Ecologia e Ambiente della Real Sociedad Económica del País di Tenerife, ha coinciso con la giornata mondiale dell’ambiente e fa parte delle attività che l’istituto svolge in ambito di conservazione ambientale.

Fondamentali sono stati indubbiamente l’appoggio e l’esperienza della Real Sociedad al fine di favorire la definizione di strategie efficaci mirate non solo alla tutela dell’ambiente dalle specie invasive ma che saranno in grado, nel corso dei prossimi anni, di creare più posti di lavoro.