E’ la prima volta che la Asociación de Educación Ambiental y del Consumidor (Adeac) ha conferito la bandiera blu alle spiagge a ai porti delle isole Canarie, prestigioso riconoscimento che contraddistingue le località che soddisfano i più elevati standard in quanto a qualità, sicurezza, accessibilità, qualità delle acque di balneazione, pulizia, servizi ai bagnanti, informazioni ed educazione ambientale.

Alla presenza di sindaci e consiglieri di trenta comuni dell’Arcipelago e di fronte al suggestivo scenario delle scogliere di Los Gigantes, la Adeac ha consegnato la bandiera blu confermando che le spiagge e i porti delle isole sono migliorati rispetto ai punteggi ottenuti lo scorso anno, guadagnando 63 riconoscimenti suddivisi per 29 comuni.

La bandiera blu sarà esposta nel corso di questa imminente stagione estiva in 49 spiagge e 5 porti turistici, ai quali vanno aggiunti ulteriori 4 località meritevoli del premio, vale a dire San Bartolomé de Tirajana, La Oliva, Los Realejos e El Pinar e 5 sentieri quali quelli di La Laguna, Pájara, La Oliva, Tazacorte e Las Palmas di Gran Canaria.

I risultati ottenuti rappresentano le caratteristiche di eccellenza proprie delle isole che hanno profuso un impegno nel perseguire un turismo di qualità, offrendo servizi e cura dell’ambiente ineccepibili.

In particolare José Palacio, presidente di Adeac, durante la cerimonia ha voluto puntualizzare che per la prima volta dopo 30 anni tutte le isole hanno ottenuto, meritatamente, la bandiera blu.

Particolari parole di elogio sono state spese per il comune di Santiago del Teide che ha accumulato una storia di 30 anni consecutivi in quanto a località d’eccellenza, consentendole di esporre la bandiera a Playa de La Arena, benché il primo riconoscimento in assoluto conferito all’Arcipelago risalga al 1987 per il porto di Los Gigantes.


Il ministro della Sanità José Manuel Baltar nel suo discorso ha evidenziato che le spiagge rappresentano la più grande attrazione delle isole, mantenuta grazie agli sforzi compiuti dai responsabili della salute pubblica nel preservarne bellezza, qualità e sicurezza.

A tal proposito egli ha anche precisato che il dipartimento effettua controlli sanitari su oltre 175 spiagge grazie a 227 punti di campionamento delle acque.

Infine Emilio Navarro, sindaco di Santiago del Teide, ha affermato che sulle spiagge a bandiera blu il numero degli annegamenti è stato ridotto allo 0%, rimarcando l’importanza della prevenzione, dei controlli e della cura dei luoghi più frequentati dai turisti e dai cittadini delle isole.

di Ilaria Vitali